Sapori e tradizioni d’Italia – Focaccia Ligure con pomodorini e origano

focaccia_ligure_con_pomodorini_e_origano_

Questa è una ricetta della focaccia tipica della Liguria, ci sono tante varianti ma a casa mia questa è la più apprezzata.
E’ di facile preparazione e la riuscita è assicurata, dovete però disporre di tempo per le lievitazioni. Io ho distribuito sopra fettine di pomodorini e origano, mi piace molto l’ umidità rilasciata dal pomodoro .Se preferite potete prepararla semplicemente con olio e sale grosso, diventerà più croccante ma manterrà un cuore morbido.
La mia focaccia preferita in assoluto è con le fettine di cipolla ma ai miei bimbi non piace, probabilmente il sapore un po’ forte della cipolla non rientra nelle preferenze dei più piccoli.
Altre idee di guarnizione possono essere: olive, rosmarino, erbe fresche miste oppure peperoni affettati sottilmente e saltati in padella.
Ci vuole solo un po’ di organizzazione e fantasia, allora siete pronte? Mani in pasta!!  Ingredienti per due teglie da forno:
1 kg di farina 00
550 ml. di acqua tiepida (24°) circa
20 gr. di lievito di birra fresco
20 gr. di sale
2 cucchiai di olio di oliva extravergine
Sale

Per pennellare, mescolati insieme in una tazza

7 cucchiai di olio

6 cucchiai d’acqua

In una ciotola sciogliere il lievito in un po’ d’acqua tiepida, aggiungere un po’ di farina, 2 cucchiai d’olio di oliva, sale e poi, poco a poco la farina alternandola con l’acqua tiepida. Questo passaggio deve essere fatto poco alla volta dato che la farina e l’acqua aggiunti devono amalgamarsi bene, contrariamente l’impasto non riuscirà ad assorbire gli ingredienti.

Prendere l’impasto e batterlo per 8 minuti sul banco da lavoro in modo di dare aria. La manovra è così: prendere l’impasto con la mano destra, sbatterlo con forza media sul tavolo e con la stessa mano destra ma con un movimento più morbido, appoggiare la mano sull’impasto e piegarlo a metà senza schiacciarlo, quasi come un massaggio, in questo modo si ingloba aria nell’impasto e la si trattiene all’interno, se invece si schiaccia, l’aria esce dall’impasto.

Riprendere l’impasto in mano e ripetere l’operazione.

E’ importante imparare questa manovra dato che anche se fate con l’impastatrice l’impasto iniziale, una volta omogeneo dovete comunque riprenderlo e sbatterlo un po’, questo passaggio rende la focaccia morbida e ben alveolata, poi, dico la verità, può essere un atto molto liberatorio ;))

Rimettere nella ciotola unta d’olio, coprire bene ed aspettare il raddoppio dell’impasto (a me ci sono volute quasi 2 ore).

Ungere d’olio due teglie da forno di 30×40 circa.

Prendere l’impasto lievitato senza schiacciarlo e dividerlo in due. Stendere ogni impasto nella sua teglia oliata e far riposare coperte da un canovaccio altri 20 minuti.

Dopo questo tempo iniziare a spianare l’impasto dal centro con il palmo della mano e con movimenti morbidi come un massaggio. Questo movimento va fatto in tante riprese: dal centro, pian piano l’impasto arriverà fino ai bordi, non di sicuro con uno o due movimenti.

Una volta esteso in tutta la teglia far lievitare coperto per 30-40 min. ancora.

Successivamente affondare i polpastrelli nella superficie dell’impasto formando dei buchetti sino quasi a toccare la teglia, spennellare con l’olio e l’acqua, aggiungere il sale (io ho usato fior di sale grosso integrale di Guerande, va bene un buon sale grosso).

Lasciar lievitare coperto ancora un’ ora e mezza circa

Infornare a 200° per 25-30 min. fino a quando la superficie risulta dorata.

Vi auguro buon fine settimana, magari creando un… focaccia party!!!

Patricia Butturini

20 gennaio 2011

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!