Sassicaia Bolgheri DOC

viniitaliani31ottobre2011
“I Cipressi che a Bolgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar”, chi non ricorda Bolgheri nella celbre poesia di Giosuè Carducci? ma per molti questo paesino è noto anche per il vino Sassicaia, uno dei più costosi e pregiati d’Italia
Fu intorno agli anni ’40 del secolo scorso che il Marchese Niccolò Incisa della Rocchetta, grande appassionato di vini francesi, importò da Chateau Lafite alcuni vitigni di Cabernet Sauvignon e di Cabernet Franc. I vitigni furono piantati all’interno della tenuta di San Guido, nella maremma livornese, nel 1944 ottenne le prime bottiglie di Sassicaia. Inizialmente il vino venne prodotto ad esclusivo uso familiare, in quanto il marchese tendeva a privilegiare la qualità alla quantità; fu solo dal 1968 che si iniziò a commercializzare il Sassicaia Bolgheri.
Questo nuovo vino, soprattutto per la toscana, abituata al Sangiovese, piacque subito tanto sia al mercato italiano sia a quello estero tanto che nel 1983 nacque la DOC Bolgheri e nel 1994 nacque la sottozona Bolgheri Sassicaia.
Il Sassicaia nasce dalle colline intorno a Bolgheri ricche di minerali e la vigna è in una zona ben precisa a dieci chilometri dal mare, le colline stesse formano un anfiteatro naturale ed un microclima unico con viti allevate a cordone speronato e rese basse; i vigneti da dove nasce il Sassicaia si chiamano “Castiglioncello, Doccino e Quercione” si trovano in collina attorno ai 300 metri s.l.m. i vigneti “San Martino e Mandrioli” sono nella parte collinare bassa ed i vigneti “Sassicaia ed Aianova” si trovano ancora più in basso a circa 50/70 metri s.l.m.. La vendemmia avviene di norma nei primi giorni di settembre , la fermentazione alcolica è di circa 15 giorni per poi fare la malolattica.
Uvaggio: Cabernet Sauvignon 85%, Cabernet Franc 15%
Affinamento: 24 mesi in barrique (passaggio e maturazione del vino in botte di legno), 6 mesi in bottiglia
Gradazione alcolica minima: 12,5°
Paese di produzione: Italia
Regione: Toscana
Provincia: Livorno
Comune: Castagneto Carducci
Località: Bolgheri
Temperatura di servizio: 16-18°C
Bicchiere: calici ballon
Caratteristiche organolettiche
Colore: rosso rubino intenso, tendente al granato con il lento invecchiamento
Odore: ricco, elegante, maestoso
Sapore: asciutto, pieno, robusto e armonico, con buona elegante struttura e fragile retrogusto di pesca nocchiera
Abbinamenti Gastronomici
Il Sassicaia Bolgheri è ideale assieme al Pecorino toscano stagionato, al salame, alla salsiccia, alla finocchiona, alla ribollita e alle pappardelle alla lepre, ai grandi piatti di selvaggina, ma non disdegna l’abbinamento alle zuppe di pesce, come ad esempio il cacciucco livornese.

0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!