Riforma pensioni. Ultime notizie sulle pensioni

Pensione e riforma 2020 2021, le ultime notizie sulle pensioni anticipate e quota 100

Riforma pensioni, un argomento che l’emergenza covid ha momentaneamente messo in secondo piano, ma che rimane un’urgenza per il nostro paese. Il governo ne è consapevole e per questo continua a valutare le mosse da attuare prossimamente.

Scopriamo allora quali sono le ultime notizie sulle pensioni e quali ipotesi circolano sulla realizzazione della riforma.

Pensioni ultime news

Il governo potrebbe rimettere in cima alla sua agenda le pensioni da settembre, ovvero quando l’attività parlamentare tornerà a pieno regime. In questo momento la camera e il senato non hanno in programma sedute e dunque il tema non potrà essere trattato.

Probabilmente se ne riparlerà dopo le vacanze, ma il governo comunque è al lavoro per presentare proposte da sottoporre al parlamento a settembre. Bisogna sottolineare che in questo momento le casse dello stato sono sotto pressione, per vie delle risorse necessarie a sostenere l’economia dopo l’emergenza covid.

Quindi il ministro del lavoro e gli altri dovranno pensare a delle novità, che non comportino la formazione di ulteriore deficit. Questa rappresenta un’operazione tutt’altro che semplice, ma alcune idee iniziano a circolare.

Riforma pensioni, quota 100 con penalizzazione?

Sappiamo che al momento quota 100 resterà valida fino al 31 dicembre 2021, con il governo non convinto sulla possibilità di rinnovarla. Tuttavia negli ultimi giorni è circolata l’ipotesi di una conferma di quota 100 anche oltre il 2021, ma con delle modifiche significative.

Una di questa è una maggiore penalizzazione per i lavoratori che intendono sfruttare lo scivolo pensionistico dal 2022. Sulla percentuale del taglio dell’assegno circolano varie ipotesi, fino addirittura al 25%. Aldilà di questo è chiaro che un eventuale taglio indurrebbe molti lavoratori a rinunciare al pensionamento anticipato, mentre gli altri percepirebbero meno rispetto ad oggi.

Insomma, questa scelta non graverebbe sulle casse dello stato, ma di certo potrebbe creare malumori nei lavoratori prossimi alle pensione. Stesso discorso per le parti sociali.

Riforma pensioni anticipate quando?

Vedremo se questa riforma verrà messa in pratica o se ci saranno nuove proposte. Anche quota 41 per tutti resta una possibilità, ma senza penalizzazioni i suoi costi sarebbero insostenibili. Dunque, al momento ci sono idee su come intervenire da parte dell’esecutivo, ma nulla di più questo. Inoltre, anche i tempi di intervento non sono certi.

Sicuramente una riforma è auspicabile, anzi necessaria per tutelare chi vuole accedere alla pensione anticipata. Ma affrontare adeguatamente l’emergenza covid ad oggi resta ancora la priorità della politica. Quindi chi attende novità sulle pensioni anticipate dovrà pazientare.

La riforma attesa per l’autunno 2020, non è detto che vada la luce in quel periodo dell’anno. Più probabile arrivi nel 2021, salvo novità. Ora abbiamo davvero finito con le ultime notizie sulle pensioni.

Vedi anche: Età pensionabile donne quando si va in pensione

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!