Vestiti primavera estate 2015. Tutti i colori

Mentre siamo ancora avvolte dal grigio invernale, ci fanno sognare i colori che indosseremo la prossima primavera/estate. Niente di eccessivo, però. Piuttosto nuances tenui e femminili, un’eleganza sobria, talvolta austera, ma tutto sommato tranquillizzante e che sembra proprio qui, a portata di mano, basta lasciarsi ispirare.

Il cappottino bianco è  apparso un po’ ovunque sulle passerelle, declinato come essenziale kimono dalle linee morbide e avvolgenti da Cristophe Lamaire per Hermés, o dal taglio netto, come quelli  visti nella collezione di Miu Miu, abbinati a gonne a vita alta, che sembrano usciti da una pubblicità anni 50 e uniscono al bianco il rosa cipria, altro must della stagione.

Bianco un po’ spaziale e spiazzante per Dior, tutine futuristiche dalle linee decise, ma anche gonne a palloncino e tuniche fantasia a base bianca, sospese tra il passato e il futuro, tra le astronavi aliene e la casa nella prateria.

S’ispira al mondo del pugilato la collezione primavera estate di Alexis Mabille e in effetti i suoi abiti bianchi con cappuccio, sportivi ed eleganti, ricordano le vestaglie indossate prima di salire sul ring. Bianco anche il tailleur con pantaloni, con dettagli in oro sulle maniche.

Elegante invece il completo pantaloni bianco di Giorgio Armani  primavera estate 2015 abbinato a scarpe maschili.

Un tocco di cipria

Delicato come una carezza è il color rosa cipria e gli abiti di questa tonalità ispirano la fluidità di una crema, la leggerezza di un soffio.
Incantevole l’abito di Stella McCartney, a guardarlo, così setoso come appare, fa venir voglia d’indossarlo e sprofondare nella sua morbidezza.

Rosa cipria per trench di  Hermés  abbinato ad una gonna a pieghe bianca, piuttosto sobria, mentre per Givenchy è un abitino di pelle, tutto pieghe e ruches compatte, degne di un cake designer.
Ma questo colore non è per forza sinonimo di riccioli:  basti guardare le linee pulite del completo casacca e pantaloni di Akris, il trench grafico abbinato all’abito a rete di Balenciaga, e il cappottino di Alberta Ferretti, dove sono le frange a conferire leggerezza.

Eleganza militare

L’avevamo già notato osservando le tendenze pelle della prossima estate , il verde militare di Ralph Lauren, usato un po’ ovunque nella sua collezione, non solo per lo chemisier di pelle scamosciata, abbinato a tonalità dorate, gran classe.

Verde oliva, scamosciato e oro anche per Chanel, che grazie a linee morbide di casacca e pantaloni (la prima di un verde più scuro), ottiene un effetto da militare…in libera uscita.
Sembrano invece piccole esploratrici quelle vestite da Marc Jacobs e Gucci, con mini abiti verde militare, dalle linee dure, decisamente sul piede di guerra.

Blu Navy

Riuscite a ricordare un anno in cui il blu navy è passato di moda? Impossibile. Sarebbe come dire che è passata di moda la seta, o le camicie da uomo. Questo colore è un tale classico che lo si vede da sempre, per sempre, nei maglioni dei gentiluomini, nei blazer delle signore eleganti, nelle scarpe di tela delle ragazzine, nei bermuda dei boy scout.
Un po’ da ragazzina e da boy scout in effetti lo è il completo blu navy, giacchetta più gonna al ginocchio di Michael Kors, abbinato ad accessori di cuoio. Senza tempo.

Decisamente più femme fatale il cappottino blu fasciante di Calvin Klein, cinturina in vita e risvolti scuri. Cappottino anche per Céline, dettagli in oro e bianco, linee così pulite che vien da mettersi sull’attenti a guardarlo. Più rilassante l’abitino abbottonato sul davanti blu militare di Chloé, addolcito anche da sandali alla schiava, molto femminili.

Ora non ci resta che fare mente locale su quali e quanti pezzi di questi colori abbiamo nell’armadio, per rispolverarli appena il clima s’ingentilisce e integrarli magari con qualche nuovo acquisto nello shopping di primavera.

Related Posts

Ben tornato!