Guess by Marciano. Storia del brand. Guess ieri e oggi

Guess by Marciano, dai jeans sexy, alle pellicce ecologiche. Un impero da 2,3 miliardi di dollari di fatturato con una storia famigliare avvincente

Guess by Marciano, uno dei leader nel settore della moda contemporanea che ha appena aperto la campagna pubblicitaria per la nuova collezione autunno-inverno 2018-2019 con protagoniste star come Rachel Mortenson, Erin Cummins, Mina Milutinovic, Julien Marlon.

GUESS autunno inverno 2018-2019-catalogo
Photo/Courtesy press Offiice

Si intuisce la volontà di proseguire nella costante ricerca e innovazione che il brand da sempre mette in campo, con abiti da sera eleganti, giacche con svariate tonalità in eco-pelliccia per lei e blazer neri ricercanti per lui.

Guess storia brand

La fondazione della Guess risale al 1981. All’inizio era solamente un produttore di jaens mentre oggi si è aperto alle borse, all’orologeria, alle calzature, ai profumi, agli accessori e alla lingerie. L’azienda fu fondata in California ed era a tutti gli effetti un’impresa famigliare.

GUESS BORSE INVERNO 2028-2019
GUESS F/W 2018-2019

La crearono Georges, Armand, Paul e Maurice Marciano, fratelli con una storia molto particolare alle spalle, di origine marocchina ma cresciuti nel sud della Francia, nei dintorni di Marsiglia, ebrei, quindi in qualche modo minoranza della minoranza, ma molto intraprendenti e capaci nel corso degli anni di aprire numerosi negozi di vendita al dettaglio di abiti che coprivano una zona molto vasta nel sud della Francia, da Marsiglia fino alla ricca Costa Azzurra, intercettando gli acquisti di turisti e popolazione locale.

GUESS JEANS autunno inverno 2018-2019
GUESS JEANS F/W 2018-2019

La nascita di Guess arrivò dall’oculata intuizione di Georges Marciano: nel corso di una vacanza negli Stati Uniti notò ovviamente che il capo più diffuso erano i jeans, ma si accorse anche che praticamente tutti portavano capi estremamente simili.

Guess jeans storia

In sostanza non esisteva diversificazione in quel settore e Inoltre negli States ancora non erano arrivati i jeans lavorati tramite il processamento per stone-washing che consente di rendere più “morbido” il tessuto, avendo come risultato finale un pantalone molto più avvolgente e decisamente più vestibile e sexy, in particolare per le donne, che vedevano esaltate le loro forme in un modo prima sconosciuto.

La storia della Guess nasce dunque con l’importazione dei jeans già venduti in Europa, e realizzati appunto con la tecnica stone-washing, anche a Los Angeles, dove aprirà il primo store oltreoceano. Georges Marciano riuscirà anche a realizzare un secondo colpo: piazzare i suoi jeans ai grandi magazzini Blomingdale’s di New York. Il successo sarà immediato (la linea aveva inizialmente il nome Marylin) e la richiesta fu subito molto corposa.

Vedi anche: Calvin Klein, storia marchio e fatturato.

Storia del marchio Guess

Il fratello di Georges, Paul Marciano, fu quello a cui si dovette il nuovo nome della linea di jeans. Il marchio Guess, con il punto di domanda all’interno del logo, è un’altra felice (e casuale) intuizione. Guess significa “indovinare” e dunque rimanda quasi a una richiesta al compratore di indovinare, appunto, la bellezza del capo straordinario che sta comprando. In realtà il nome nacque per caso: Georges Marciano vide una pubblicità di hamburger che chiedeva di Indovinare quale fosse il miglior hamburger, ne ricavò la parola Guess senza conoscerne il significato, perché ne amò il suono e lo ritenne spendibile in tutte le lingue.

GUESS BORSE VESTITI INVERNO 2018-2019
GUESS BORSE F/W 2018-2019

Si puntò subito su campagne pubblicitarie strutturate in modo innovativo, con scatti non eseguiti all’interno di studi impostati ma in contesti esterni, nella natura o in ambientazioni urbane. Le pubblicità vedevano protagonisti top come Claudia Schiffer, Naomi Campbell, Letitia Casta, Paris Hilton, Gigi Hadid e tante altre. Molte non erano famose e lo divennero proprio posando per la Guess.

Vedi anche: Tommy Hilfiger, storia dell’azienda e fatturato.

Guess by Marciano storia

Il marchio ebbe numerose traversie perché i soci non andarono esattamente d’amore e d’accordo. Nel 1993 uno dei fondatori, Georges Marciano, lasciò l’azienda passando la sua quota ai fratelli e fondando la Armand. Nel 1996 arriverà la quotazione alla Borsa di New York e nel 2004 il nome cambiò in Guess by Marciano (che poi diventerà definitivamente Marciano Guess nel 2013).

La linea maschile Guess sarà prodotta in Italia, con capi di alta moda che nasceranno come design e come produzione a Firenze.

Il fondatore Paul Marciano lascerà, dopo moltissimo tempo, la carica di amministratore delegato nel 2015 a Victor Herrero ma rimarrà direttore creativo.

Marciano Los Angeles è invece un marchio parallelo della galassia Guess, il primo “alternativo” a quello principale. Nacque per proporre capi all’avanguardia, di tendenza, sexy ma anche sofisticati. Ora si trovano anche solo boutique Marciano Guess oppure è possibile trovare i capi della linea Marciano all’interno dei negozi “capofamiglia” Guess.

Vedi anche: Burberry, storia del marchio e fatturato dell’azienda oggi.

Guess fatturato oggi

L’azienda Guess è presente attualmente in oltre 1000 punti vendita a marchio proprio negli States, in Canada, in Europa, in Asia e Sudamerica. Oltre a questi ci sono altri 624 store in licenza. La presenza è globale e copre oltre 100 Paesi con un totale di oltre 14 mila dipendenti.

Nel 2017 il fatturato complessivo è arrivato a 2,36 miliardi di dollari. I ricavi hanno segnato un +8,1% rispetto al 2016. Nell’ultimo trimestre 2017 le vendite hanno segnato un +18%. Eppure il brand ha marcato una perdita complessiva di 3,9 milioni di dollari (nel 2016 invece aveva incrementato gli utili di 25 milioni). L’azienda ha in progetto una ulteriore espansione nei mercati più redditizi, Europa e Asia, con un contemporaneo taglio dei costi produttivi e di gestione.

Vedi anche:  Ralph Lauren Storia del marchio e fatturato oggi

© copyright (08/08/2018)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!