Seggiolini auto: i bambini in taxi viaggiano senza

Bambini in taxi e seggiolini: pare incedibile ma non c’è alcun obbligo di legge per far viaggiare i nostri piccoli sui taxi con regolare seggiolino, basta sedersi con loro nei sedili posteriori.

seggiolini auto bambiniPare incredibile ma non c’è alcun obbligo di legge per far viaggiare i nostri bambini sui taxi con regolare seggiolino. Basta sedersi con loro nei sedili posteriori.

Tutti sappiamo che portare in automobile un bambino è possibile a patto che le vetture siano munite di seggiolini tarati in base al peso del bebè e omologati. L’articolo 172 del codice della strada è estremamente chiaro a riguardo ma, molto prima delle norme e delle multe, viene il buon senso: assicurare un bambino al sedile è fondamentale in caso di incidente. Così come è importante fare attenzione a cosa si carica in auto: borse, oggetti potenzialmente contundenti che in caso di incidente rischiano di “viaggiare” all’interno dell’abitacolo e colpire il bambino.

Fatta questa dovuta premessa a molte mamme e a molti papà sarà capitato di usare un mezzo di trasporto pubblico. Cosa succede se si deve prendere un taxi con un neonato o comunque con un bambino che a norma di legge dovrebbe essere assicurato al seggiolino? In questo caso accade qualcosa di strano: non c’è alcun obbligo. O, meglio, basta che i piccoli di altezza inferiore al metro e mezzo viaggino nei posti di dietro e siano accompagnati da un altro passeggero di età non inferiore a 16 anni.

Non ci credete? Eccovi direttamente dal sito del ministero dei trasporti il testo dal codice della strada, articolo 172, comma 4:

I bambini di statura non superiore a 1,50 m, quando viaggiano negli autoveicoli per il trasporto di persone in servizio pubblico di piazza o negli autoveicoli adibiti al noleggio con conducente, possono non essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore ad anni sedici.

La norma appare in qualche maniera rivolta a tutelare i gestori di auto pubbliche i quali, portandosi dietro un seggiolino, sarebbero costretti a occupare eccessivo spazio nel bagagliaio; tanto più che dovrebbero avere più modelli in base al peso e poi “perdere tempo” nell’agganciarli e sganciarli dai sedili (anche se sappiamo che l’operazione è nelle auto moderne molto semplice e veloce).

Però ci si chiede se ugualmente non sia meglio che anche taxi e servizi di auto noleggio con conducente, almeno a richiesta, possano essere muniti di seggiolino. Se noleggiamo un’auto possiamo chiedere, pagando un piccolo surplus, la dotazione aggiuntiva del seggiolino. Così non avviene, anche prenotando in anticipo, per i taxi. In altri paesi, come la vicina Svizzera ad esempio, l’obbligo c’è.

Che fare dunque? Il consiglio è, almeno nei casi in cui si sappia di dover prendere un taxi con il proprio bebè, di contattare il gestore del servizio e chiedere la possibilità di montare al momento il proprio seggiolino. Certo poi dovrete portarvelo dietro e non è cosa proprio agevole…

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!