Reddito Cittadinanza decurtazioni del 20%

Reddito di Cittadinanza, decurtazioni del 20% sull’importo non speso o prelevato. Ecco le nuove regole per la carta RdC

Il Reddito di Cittadinanza va speso entro il mese successivo, diversamente lo stato vi decurta fino al 20% della mensilità successiva ad eccezione degli arretrati.

Queste sono le novità per i beneficiari della carta RdC stabilite dal ministero del Lavoro e pubblicate in Gazzetta ufficiale lo scorso 30 giugno.

Reddito di Cittadinanza taglio del 20%

Chi non spende o preleva la somma der Reddito di Cittadinanza nei tempi stabiliti rischia una decurtazione del 20% a partire dal mese di agosto.

Il decreto attuativo del Ministero del Lavoro indicaa quali sono le nuove regole in base alle quali il sussidio deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione. Tuttavia il taglio non sarà superiore al 20% della cifra che vi spetta.

Quindi se siete percettori di RdC dovete neceessariamente spendere per quanto possibile le somme entro il periodo stabilito dalle nuove regole onde evitare di perdere parte del sussidio.

RdC riduzione semestre

Per quanto riguarda invece l’eventuale riduzione semestrale,  il decreto stabilisce che qualora la somma percepita nel corso dei sei mesi non sia stata stata spesa.

Anche in questo caso verrà applicata una decurtazione del saldo della carta RdC pari sempre al 20% dell’importo non speso.

Quindi riassumendo il Reddito di Cittadinanza va speso e non abbiamo dubbi che i percettori di tale sussidio abbiano difficoltà a spendere le somme percepite, visto che stiamo parlando di sussidi.

Al riguardo vi rammentiamo quali sono le spese consentite e quelle vietate per i possessori di Carta RdC ( QUI IL LINK DELLE SPESE AMMESSE)

Le nuove regole per il Reddito di Cittadinanza stabilite dal Ministero del Lavoro non dovrebbero essere applicate alla pensione di cittadinanza.

Queste sono le ultime news per i percettori del Reddito di Cittadinanza, le altre informazioni su questo sussidio e gli altri ammortizzatori sociali sono presenti sul canale Economia di Donne sul Web

 

 

 

 

Related Posts

Ben tornato!