Imu 2020. Data, importo e scadenza

Imu 2020 quando si paga? Data, scadenza e calcolo saldo imu dicembre 2020, prime e seconde case.

Imu 2020. Si avvicina la scadenza per il pagamento del saldo Imu 2020, ma ci sono importanti novità al riguardo per i contribuenti.

Facciamo quindi chiarezza sui seguenti aspetti: chi deve pagare l’imposta, data di scadenza, casi di esenzione e importo deciso dalle amministrazioni comunali.

 Imu 2020

Vedi anche: Imu riforma prima casa

Imu 2020 scadenza dicembre

Quest’anno, come già avvenuto lo scorso anno, il pagamento dell’Imu non riguarda la prima casa, salvo che non si tratti di un immobile di pregio. Le categorie catastali di pregio sono quelle individuate come A/1, A/8 e A/9.

Nei restanti casi il saldo dell’Imu riguarda le seconde case. La data di scadenza entro cui i contribuenti devono versare l’Imu è il 16 dicembre 2020. Quindi i proprietari di immobili hanno ancora pochi giorni per pagare la somma dovuta.

Tale operazione si svolge utilizzando un F24 da saldare tramite banca o posta. Ma come si calcola l’importo dell’Imu? Lo scopriamo qui di seguito.

Calcolo saldo imu 2020

L’importo dell’Imu 2020 si calcola in base alle decisioni sulle aliquote prese delle amministrazioni comunali. Ogni comune ha comunicato entro il 16 novembre tale aliquota, che si può trovare sul sito del mef inserendo il nome del proprio.

Alcuni comuni non hanno comunicato la nuova aliquota, in questo caso vale quella dell’anno scorso. Gli enti che non l’hanno fatto (una minoranza in realtà) hanno tempo fino al 31 gennaio 2021, in base a quanto previsto dalla legge 159/2020.

I contribuenti che hanno già saldato l’Imu 2020 con l’aliquota dello scorso anno, non sono tenuti a ricalcolare il tributo. L’eventuale presenza di differenze, dopo le comunicazioni, potrà essere saldata entro fine febbraio senza sanzioni. Viceversa in presenza di un credito, il contribuente potrà richiedere un rimborso.

In ogni caso, se questo meccanismo vi sembra complicato, la cosa migliore da fare è rivolgersi ad un caf locale, che vi aiuterà a svolgere tutte le pratiche.

Esenzioni seconda rata Imu

Non tutti sono tenuti a pagare la nuova rata Imu. Infatti, il DL Ristori-bis ha stabilito l’esenzione per gli immobili situati nelle zone rosse e usati per lo svolgimento delle attività indicate nel decreto.

Nello specifico sono esentate:

  • le attività di intrattenimento, quindi cinema e teatri
  • attività di cura della persona
  • bar e ristoranti
  • negozi
  • alberghi.

Infine, articolo 78 del Dl n. 104/2020, prevede esenzione anche per le attività di bed & breakfast e case vacanze svolte in forma imprenditoriale.

Siamo giunti al termine di questa guida sull’Imu 2020. La scadenza del 16 dicembre vale per i contribuenti proprietari di seconde case o prime case di pregio, mentre le attività commerciali delle zone rosse sono esentate per la rata di dicembre.

Vedi anche:

Related Posts

Ben tornato!