Bonus vacanza 2020: chi ne ha diritto e quando parte

Che cos’è il bonus vacanza 2020, chi ne ha diritto, requisiti, come funziona, come ottenerlo.

Tra i bonus introdotti nella Legge di bilancio 2020 spicca il bonus vacanza 2020, destinato ai lavoratori e in grado di incidere sul cosiddetto cuneo fiscale, immettendo più soldi nelle buste paga. Approfondiamo dunque le modalità e i tempi di erogazione di questo incentivo nei prossimi paragrafi.

Bonus vacanza 2020: a chi spetta?

Questo nuovo bonus, inserito nella manovra 2020, spetta in misura diversa a quei lavoratori in possesso di determinati requisiti. In particolare:

  • a quelli con un reddito compreso fra 8.000 e 24.000 euro, in misura pari a 13 euro al mese, in aggiunta al bonus Renzi.
  • Ai lavoratori con un reddito fra 24.000 e 26.600 € (che percepiscono il bonus Renzi in misura parziale), spetta un bonus da 33 € al mese.
  • A coloro che possiedono un reddito fra 26.600 e 35.000 euro (e dunque non percepiscono il bonus Renzi) vanno 95 € lordi in più in busta paga.

I riferimenti al bonus degli 80 euro, dimostrano che si tratta di un’integrazione ad esso, per questo chi non lo percepiva riceverà bonus più alti.

L’estensione del bonus vacanza nel 2021

Inoltre, la Legge di bilancio varata dal Governo ha previsto anche un’estensione di tale incentivo. Tale iniziativa dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2021 e riguardare le seguenti categorie:

  • gli incapienti, con redditi inferiori a 8.000 €, per cui scatterebbe il credito d’imposta.
  • I lavoratori con redditi fino a 55.000 €, a cui il bonus verrebbe erogato, ma in modo decrescente in base all’ammontare percepito.

Bonus vacanza in busta paga: quando inizia?

Visto che le risorse per la realizzazione della manovra sono limitate e applicare questo bonus per l’intero anno avrebbe un costo troppo elevato (circa 5 miliardi), la cosa più probabile è che parta qualche mese dopo l’inizio del 2020. Nello specifico potrebbe essere luglio, il mese già individuato dal Governo per dare il via all’iniziativa. Per tale motivo viene utilizzato il nome “bonus vacanza”, per la definizione di questo incentivo in favore dei lavoratori.

Tuttavia, in base alle ultime news sulla manovra 2020, il bonus vacanze potrebbe anche partire prima del previsto, magari già dal mese di aprile. Questa potrebbe rappresentare una mossa strategica in chiave elettorale da parte della maggioranza, visto che in quel periodo ci saranno le elezioni regionali.

Vedi anche: Bonus facciate 90 per cento: in cosa consiste

In ogni caso è ancora presto per avere la certezza sull’inizio dell’applicazione della misura. Essa, infatti, diventerà ufficiale solo quando il parlamento darà l’approvazione definitiva alla manovra, con un voto favorevole della maggioranza in entrambe le camere.

Tale operazione deve avvenire necessariamente entro la fine del 2019, dunque ancora un po’ di pazienza e conosceremo tutti i dettagli di questo bonus.

Vedi anche:

Related Posts

Ben tornato!