Bonus ristrutturazione 2020 Covid infissi caldaie e facciate

Bonus e superbonus 110% ristrutturazione. Dalle caldaie agli infissi ecco tutto quello che prevede il nuovo bonus covid del decreto rilancio

Il decreto rilancio varato dal governo prevede diversi incentivi alle famiglie, fra cui il bonus ristrutturazione Covid. Si tratta di un sostegno sulle spese dei lavori realizzati sulla casa nel periodo compreso fra il 1 luglio al 31 dicembre 2020.

I lavori che rientrano in questo incentivo fanno parte dei cosiddetti ecobonus, fra cui quelli sugli infissi, le caldaie e le facciate della propria abitazione. Ma c’è anche dell’altro. Vediamo allora nel dettaglio a quanto ammonta e cosa prevede questo nuovo bonus.

Decreto rilancio: superbonus 110% Covid

Il bonus ristrutturazione covid, riguarda i lavori di efficientamento energetico e sismico sulla casa ed ammonta al 110% delle spese sostenute, tramite un credito d’imposta. In questo modo il governo consente alle famiglie di svolgere lavori di riqualificazione energetica sostanzialmente a costo zero.

L’obbiettivo del nuovo decreto è garantire risparmio energetico, ma anche abitazioni rinnovate dal punto di vista estetico e più sicure rispetto alle calamità naturali. Rifare la facciata di casa, cambiare gli infissi o acquistare caldaie con una classe di efficienza maggiore, sarà ora più conveniente.

Al contempo il governo mira a sostenere economicamente tutti coloro che lavorano in questo settore, messo a dura prova da mesi di lockdown forzato.

Bonus ristrutturazione Covid: per quali lavori spetta?

Ecco nel dettaglio per quali lavori spetta il nuovo bonus varato dal governo Conte:

  • installazione di caldaie a biomassa e a condensazione, di classe energetica A o maggiore.
  • Sostituzione di finestre e infissi.
  • Riqualificazione totale per il risparmio energetico, che riduca di circa il 50% le spese di luce e gas. Anche lavori condominiali di efficientamento energetico.
  • Rifacimento delle facciate di casa.
  • Installazione di impianti e pannelli fotovoltaici, pompe di calore, scaldacqua a pompa di calore e schermature solari.
  • Messa in sicurezza delle strutture, per quanto riguarda il rischio sismico.
  • Interventi di coibentazione.
  • Acquisto di accumulatori e colonnine di ricarica per auto elettriche.

Per ricevere il bonus è necessario conservare le attestazioni dei tecnici abilitati e quella di prestazione energetica, così come la scheda relativa agli interventi realizzati.

Vedi anche: Elenco di tutti i bonus 2020 casa e famiglia

Decreto rilancio gazzetta ufficiale

Oltre al bonus per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica sulla casa, il nuovo decreto prevede una serie di altri bonus e aiuti alle famiglie. Il valore di questo provvedimento varato dal governo ammonta a 55 miliardi, ma la sua pubblicazione in gazzetta ufficiale non è ancora avvenuta.

Questo ha generato qualche dubbio fra gli italiani, tuttavia si tratta di preoccupazioni che il ministro dell’economia Gualtieri ha subito smorzato. Infatti, in un’intervista a Sky, il titolare dell’economia ha garantito che la pubblicazione del nuovo decreto avverrà molto presto e che non ci sono problemi di coperture.

Dunque il bonus per le ristrutturazioni e i lavori di efficientamento energetico non è a rischio. Fino al termine dell’anno in corso gli italiani potranno fruirne. Stesso discorso per le altre misure decise nel nuovo provvedimento, inclusi il bonus vacanza fino a 500 euro e quello sull’acquisto di bici e monopattini.

Vedi anche: Decreto rilancio aiuti famiglie

Articoli Correlati

Add New Playlist