Bonus nonni inps, cosa cambia per la domanda

Bonus nonni 2020 come funziona il bonus per chi si occupa dei nipoti. Ecco come fare la domanda.

Bonus nonni, è la novità chiarita dalla circolare inps 73/2020, che stabilisce la possibilità di ricevere il bonus baby sitter anche per nonni e nonne.

Le figure dei nonni sono importanti nelle gestione della vita quotidiana familiare e dei figli, per questo la possibilità di ottenere l’incentivo è significativa. Cerchiamo allora di capire come funziona tale bonus e cosa cambia nella domanda in base ai chiarimenti Inps.

Vedi anche: Bonus 2020 aiuti figli e famiglia

Bonus babysitter nonni non conviventi, come funziona

La circolare inps 73/2020, con conforme parere del ministero, ha stabilito che ai nonni non conviventi con la famiglia, non si applica il principio di gratuità delle prestazioni svolte in ambito familiare. In altre parole i nonni che accudiscono i nipoti, ma non ci convivono, hanno diritto a ricevere una remunerazione per questo.

Il pagamento di tali prestazioni può avvenire utilizzando il bonus baby sitter. Si tratta del voucher del valore di 1.200 €, a disposizione sul Libretto famiglia per quelle che possiedono i requisiti previsti dal decreto rilancio.

Anche il ministero del lavoro ha dato parere favorevole per questa operazione. Resta però l’esclusione dei nonni o di altri familiari, come ad esempio gli zii, dell’uso del voucher in caso di convivenza con il beneficiario.

Bonus nonni domanda

Per fruire del bonus bisogna seguire questi passaggi:

  1. il genitore deve aprire una posizione sul sito Inps (tramite Pin) come utilizzatore di prestazioni di lavoro occasionale.
  2. La nonna o il nonno devono registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali sul sito www.inps.it.
  3. Quando si immette la prestazione, bisogna inserire l’intenzione di ricevere il “Bonus babysitting Covid-19” per il pagamento, come riporta il Sole 24 ore.

Tale operazione potrà essere effettuata fino al 31 dicembre 2020. Tuttavia il pagamento deve riguardare le prestazioni offerte nel periodo compreso fra il 5 marzo e il 31 luglio del 2020.

Una volta che l’istituto comunica l’accredito del voucher sul libretto famiglia, i nonni potranno ricevere il pagamento tramite libretto postale, conto corrente o altre forme.

Vi ricordiamo che questo tipo di compensi sono esenti da tassazione, in relazione all’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Queste le principali novità relative al bonus nonni, legato chiaramente alle prestazioni svolte nell’ambito della cura dei figli e della famiglia. Nonne e nonni non conviventi hanno diretto ad essere pagati se si prendono cura dei nipoti, tramite il bonus baby sitter.

Vedi anche Bonus Covid 2020 agevolazioni governo regioni

Articoli Correlati

Add New Playlist