Scrittrici italiane emergenti: i nuovi nomi della narrativa italiana

Scrittrici emergenti. Vediamo quali sono i nuovi nomi della narrativa italiana contemporanea, i nuovi libri e le nuove scrittrici italiane da conoscere (e sopratutto da leggere).

Giovani e meno giovani, sono le scrittrici italiane contemporanee ed emergenti. I nomi nuovi, i più famosi, i più attesi in libreria con le loro uscite. Alcune in realtà pubblicano libri da anni ma solo ora, finalmente, hanno il successo che meritano. Altre invece sono al primo libro ma hanno già un pubblico di lettrici e lettori che attende impaziente una loro nuova storia.

Ciò che è innegabile è che finalmente c’è una ventata di aria fresca nel panorama della letteratura italiana. Che spesso si traduce anche in più vendite rispetto al passato, ma non è solo questo che conta. Le scrittrici italiane sono più presenti, più seguite, viene dato loro più spazio – niente di più di quello che semplicemente meritano – e finalmente leggiamo anche dei nomi nuovi. In questa piccola selezioni alcuni dei nomi delle scrittrici italiane emergenti aggiornato al 2018.

Le scrittrici italiane di cui si parla nel 2018

Teresa Ciabatti

Scrittrice e sceneggiatrice nata a Orbetello nel 1972, ha esordito nel 200, ma nel 2017 è stata finalistal Premio Strega con il suo romanzo “La più amata”(Mondadori), autobiografico e caratterizzato da una scrittura definita “travolgente” dove si narra di dinamiche familiari.

Teresa ciabatti
Instagram

Emma Piazza

Nata a Pavia nel 1988, vive a Barcellona e ha pubblicato nel 2018 il suo primo romanzo, “L’isola che brucia” (Rizzoli), i cui diritti di traduzione sono già stati venduti in numerosi altri paesi. Protagonista una donna in una storia complessa e misteriosa e senza dubbio avvincente.

emma piazza libro

Veronica Raimo

Nata a Roma nel 1978, è una nota traduttrice, sceneggiatrice e scrittrice. Il suo ultimo romanzo è “Miden” (Mondadori), ambientato in un’ideale società perfetta dove incombe la violenza e la claustrofobia del rapporto di coppia.

Veronica Raimo miden

Emanuela Canepa

Nata a Roma nel 1967, fa la bibliotecaria a Padova e nel 2017 ha vinto il Premio Calvino con il suo folgorante romanzo d’esordio “L’animale femmina”, pubblicato da Einaudi nel 2018. Un romanzo sui rapporti umani con protagonista una donna che scopre la libertà attraverso il suo contrario.

Emanuela Canepa
Facebook

Ilaria Tuti

Dal Friuli con furore: il romanzo “Fiori sopra l’inferno” (Longanesi) della friulana Ilaria Tuti era molto atteso e non ha deluso le aspettative. Un thriller ben cogegnato con una figura femminile molto interessante, Teresa Battaglia, che viene pubblicato anche in Francia, Spagna, Germania e probabilmente anche nei paesi anglofoni.

Ilaria Tuti
Twitter

Marzia Sicignano

Emergente senza dubbio, ha 20 anni ed è di Pompei questa giovane scrittrice che si è fatta notare prima sui social con la sua pagina “Io, te e il mare”. Dai social al libro, con l’omonimo “Io, te e il mare” pubblicato da Mondadori, tra prosa, poesia, diario e romanzo.

Marzia Sicignano
Instagram

Antonella Lattanzi

Nata a Bari nel 1979 e una sceneggiatrice e scrittrice emergente italiana. Il suo romanzo “Una storia nera” (Mondadori) è una storia di amore e violenza familiare narrata dalle tinte noir che ha riscosso successo.

antonella lattanzi
Instagram

Donatella Di Pietrantonio

Nata ad Arsita, in Abruzzo, nel 1962, è una scrittrice ormai d’esperienza e tra le più interessanti del panorama contemporaneo. La mettiamo tra le emergenti perché nel 2017 si è fatta notare vincendo il Premio Campiello con il suo romanzo “L’Arminauta” (Einaudi), su una ragazzina abruzzese che viene rimandata nella sua famiglia d’origine dopo aver sempre vissuto in un’altra famiglia.

Donatella Di Pietrantonio arminuta

Vedi anche:

Articoli Correlati

Add New Playlist