Cosmetici ed esercizi per avere una pancia piatta, anzi… piattissima

Volete sapere come avere una pancia piatta, in particolare ora che c’è da mettersi in costume in spiaggia (e davanti a tutti)? Se guardandovi allo specchio non riuscite a non disperarvi e confidate ancora di indossare bikini e abitini attillati potete correre ai ripari. Eccovi i nostri consigli.

Le cause sono diverse

La pancia è un inestetismo che può colpire anche persone magre. Condiziona la vita quotidiana imponendo uno stile “comodo” dell’abbigliamento e procurando disagio quando si indossa il bikini. La parete addominale perde il suo profilo per un aumento del grasso, per sfiancamento dei muscoli addominali o perché la pelle si è rilassata. Le cause possono essere diverse: un’alimentazione sregolata, una mancanza di attività fisica, le intolleranze alimentari. E’ importante allora individuare l’origine del disagio e agire di conseguenza.

Pancia gonfia

Difficoltà a chiudere la cerniera dei pantaloni, eccessiva tensione addominale, un accumulo gassoso nello stomaco, sono queste le principale manifestazioni della pancia gonfia. Spesso, il gonfiore è un sintomo passeggero, causato da un pasto abbondante, da un momentaneo aumento di peso, dalla sindrome premestruale oppure dalla menopausa. Per limitare il gonfiore è importante seguire una dieta corretta, soprattutto associare in modo corretto i cibi, per esempio non bisogna associare diversi tipi di proteine, come le uova con la carne. No alle bevande gassate, alle abbuffate, a junk food, e se è il caso vanno eliminati i cibi che creano intolleranze, tipo il lattosio.

Applicare i cosmetici con costanza, i più indicati sono quelli ad azione drenante a base di centella asiatica, edera, ippocastano, betulla. Vanno anche bene delle tisane drenanti. L’esercizio fisico consigliato consiste nell’eseguire una serie di esercizi per gli  addominali: in posizione supina con gambe flesse e meni dietro la schiera, si sollevano le spalle dal pavimento di 3-4 cm e si mantiene la posizione per 10 secondi. Ripetere almeno 20 volte. Un trattamento in istituto? La pressoterapia abbinata alla radiofrequenza in grado di sgonfiare la pancia grazie alla pressione esercitata.

Vita con i rotolini

La pancia a salvagente di solito è causata da un eccessivo consumo di carboidrati, formaggi, grassi animali e da una scarsa attività fisica. E’ consigliato, quindi, introdurre nella dieta le giuste dosi di frutta e verdura, eliminando gli zuccheri ed i grassi contenuti nel cosiddetto cibo spazzatura. Bisogna inoltre limitare l’assunzione di bevande alcooliche e gassate. Per garantire il giusto funzionamento intestinale occorre assumere dei cibi ricchi di fibre, riducendo l’apporto di sodio, ed abituarsi a bere almeno due litri d’acqua al giorno che, grazie alla funzione drenante, aiutano a smaltire i grassi in eccesso. L’esercizio fisico? Sempre gli addominali, in questo caso almeno una quarantina. Le creme più indicate sono a base di caffeina e guaranà che stimolano il metabolismo. Vanno bene anche i fanghi, che una volta applicati vanno avvolti con la pellicola trasparente per almeno 15 minuti.

Pancia post partum

La gravidanza è un’esperienza bellissima, ma incide anche sul nostro corpo, lasciando alcuni inestetismi indesiderati. Uno di questo è la pancia un po’ molle, definita a “budino”. Anche in questo caso l’alimentazione gioca un ruolo cruciale e bisogna abbondare nel consumo di frutta e verdura cotta. Evitare il pane lievitato ma optare per il pane ai cereali, limitare la pasta di grano duro a favore di quella di kamut. L’efficacia dei cosmetici è molto importante ma la carta vincente è la costanza: gli specialisti raccomandano di applicare le creme per almeno un mese, subito dopo il parto, sia al mattino che alla sera. Occorre poi continuare la beauty routine, almeno una volta al giorno, fino a quando la pelle non avrà raggiunto la tonicità desiderata.

Vedi anche: Gravidanza come cambia il corpo durante e dopo

Come applicarla? Stendere una noce di crema sul palmo della mano e massaggiare la zona con movimenti lenti e circolari per favorire l’assorbimento della texture. Un segreto? Per recuperare la pancia piatta è utile indossare una guaina modellante che però non stringa in modo eccessivo dando lo spiacevole senso di costrizione. La guaina va indossata tutto il giorno per almeno tre mesi, in seguito si indosserà se si sceglierà un abbigliamento aderente. Un trattamento medico estetico? La novità è Zeltiq indicato per le adiposità localizzate, specie quelle di addome-fianchi e culotte de cheval. Il metodo si basa sulla criolipolisi, che sfrutta l’azione del freddo per distruggere le cellule di grasso, che viene poi gradualmente metabolizzato e quindi eliminato, con risultati visibili dopo due mesi di trattamento.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!