Crimea: è tensione tra Obama e Putin

Nella notte lunga telefonata tra Obama e Putin. Obama “Fermatevi” Putin. ” Difendiamo i nostri interessi”.  Ma intanto i militari russi si muovono verso Simferopoli.

crimeaDopo l’approvazione da parte del parlamento russo dell ” uso dell’esercito in Ucraina» Sabato 1 marzo  Barack Obama  è stato 90 minuti al telefono con Vladimir Putin. Il Presidente Usa ha chiesto al suo omologo russo di ” ritirare le forze russe dalle basi in Crimea e di astenersi da qualsiasi interferenza altrove in Ucraina . “

Secondo la Casa Bianca , Obama ” ha chiarito che le continue violazioni della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina dalla Russia avrebbero ripercussioni negative sul ruolo della Russia nella comunità internazionale ” e ” la porterebbero a un maggiore isolamento politico ed economico . ” In attesa di ulteriori ” consultazioni urgenti con gli alleati “, ” gli Stati Uniti sospendono la loro partecipazione alle riunioni preparatorie del vertice del G8 ” in programma per giugno a Sochi , in Russia .

La Russia ha il diritto di “proteggere i propri interessi e la popolazione di lingua russa ” in caso di ” violenza” in Ucraina orientale e Crimea , ha detto Vladimir Putin . Secondo il Cremlino , Putin ha detto che ” la vera minaccia per la vita e la salute dei cittadini russi sul territorio di Ucraina” sono le ” azioni criminali ultranazionaliste sostenute dalle attuali autorità di Kiev . “

 Anche la NATO si mobilita e un incontro è previsto per la giornata di oggi. Nel frattempo molti leader europei hanno invitato Putin a evitare l’uso della forza che potrebbe portare a conseguenze sicuramente disastrose.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!