Formula 1, GP del Belgio: pioggia, gara ridotta e polemiche. Vince Verstappen

In una gara condizionata dalla pioggia battente, in definitiva non si corre, tre soli giri con la Safety Car

Una vittoria è pur sempre una vittoria. Ma intorno alla gara di Spa Francorchamps valida per il Gran Premio del Belgio di Formula 1 resteranno le polemiche e le discussioni, che proseguiranno anche nei giorni a venire. Dopo tre ore e venti di rinvii le auto completano solo tre giri senza vedere mai il semaforo verde: e la vittoria di Max Verstappen viene assegnata senza che la corsa nemmeno cominci.

Ferrari
La Ferrari di Leclerc sotto il diluvio di Spa (Foto Ferrari Twitter)

Formula 1, in Belgio vince la pioggia

La gara non inizia nemmeno. Il tempo di vedere Sergio Perez che si infila nelle protezioni prima ancora di arrivare sulla griglia e la prima partenza, quella delle ore 15, viene rinviata. Poi le auto tentano una seconda parte dietro la safety car dalla pit lane. Ma la visibilità è davvero minima, molti piloti (in particolare Lewis Hamilton) protestano. Il tempo di rendersi conto che non si può partire e tutti tornano ai box.

Inizia una lunghissima attesa: un primo rinvio alle 17, poi alle 17.45, poi alle 17.55. Si va oltre i tempi limite che vogliono la gara conclusa in ogni modo entro le tre ore dal tempo di inizio, e dunque entro le 18. Il pubblico, davvero molto numeroso, non se ne va: bagnato fradicio aspetta sperando in una partenza. Poco dopo le 18 l’annuncio di una nuova partenza: gara ridotta, un’ora o 39 giri da completare. In realtà la corsa non inizia nemmeno.

Ordine d’arrivo e classifica generale

Le auto ripartono dalla pit lane dietro la safety car. Completano tre giri senza che la corsa cominci, e arriva la bandiera rossa definitiva. Alle 18.44, mezz’ora prima che il cronometro finisca la sua corsa, la direzione di gara dice che può bastare. Tante polemiche. Il regolamento dice che due giri sono sufficienti per assegnare la metà dei punti previsti. Una decisione più politica che pratica quella di far girare le auto lo stesso e di assegnare una vittoria senza che ci siano semaforo verde e bandiera a scacchi.

Le polemiche proseguiranno anche per i prossimi giorni.

L’ordine d’arrivo è lo stesso delle qualifiche: e dunque Verstappen, Russell, Hamilton, Ricciardo e Vettel. Metà punti per tutti fino alle due Ferrari con Leclerc, ottavo, e Sainz, decimo.

Nella classifica mondiale Hamilton perde qualcosa ma conserva il vertice della classifica generale: 202.5 punti per l’inglese contro i 199.5 di Verstappen.

 

FORMULA 1 - CLASSIFICA PILOTI 
Max Verstappen395.5
Lewis Hamilton387.5
Valtteri Bottas226
Sergio Perez190
Carlos Sainz164.5
Lando Norris160
Charles Leclerc159
David Ricciardo115
Pierre Gasly110
Fernando Alonso81
Mercedes613.5
Red Bull585.5
Ferrari323.5
McLaren275
Alpine155
AlphaTauri142
Aston Martin77
Williams23
Alfa Romeo13
Haas0

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!