Djokovic è troppo forte: Matteo Berrettini si arrende anche allo US Open

Niente da fare per Matteo Berrettini, sconfitto al quarto set nei quarti di finale dello US Open da Novak Djokovic, sempre più lanciato verso il primo Grande Slam nella storia del tennis moderno

Vince Novak Djokovic, anche se per gli appassionati italiani la vera notizia è la sconfitta di Matteo Berrettini che ancora una volta si dimostra all’altezza del suo grande avversario, strappandogli un set, uscendo a testa alta. Ma tutto questo, di fronte a un tennista che si appresta a compiere un’impresa assoluta nella storia di questo sport, non può bastare.

Djokovic e Berrettini
A sinistra Djokovic, ancora una volta fatale per Berrettini (Foto IPA Press)

Djokovic vs Berrettini

L’impresa era improbabile per non dire impossibile. Berrettini, per quanto al culmine di una stagione meravigliosa che lo ha visto conquistare due trofei, la finale di Wimbledon e la seconda settimana di ognuno dei quattro slam in calendario, impresa mai riuscita a un tennista italiano, resta un outsider. Djokovic in fuoriclasse di valore assoluto.

Puntando tutto su servizio e cambi di ritmo, Berrettini ha comunque il grande merito di tenere sotto pressione Djokovic per almeno un’ora e mezza, imponendosi nel primo set dopo quattro set point strappati a un avversario incapace di venire a capo di un rebus. Purtroppo Djokovic è Djokovic: non si innervosisce, aspetta paziente che la partita cambi fisionomia e che Berrettini adegui a dinamiche più ‘umane’ il suo livello di gioco. E la partita cambia fin dall’inizio del secondo set.

Verso il Grande Slam

La partita che si gioca dal secondo set in poi è qualcosa di completamente diverso. Djokovic riesce a rintuzzare le falle sul servizio del suo avversario, cambia completamente ritmo, dà un taglio netto agli errori. E indirizza la partita esattamente dove la voleva portare. Finisce 5-7 6-2 6-2 6-3.

Per Berrettini è la quarta sconfitta stagionale con Djokovic, la terza in un torneo dello Slam dopo i quarti di Parigi e la finale di Wimbledon. Un prologo per quella che potrebbe essere un’impresa a dir poco storica, concretizzare il primo Grande Slam nella storia moderna del tennis, 52 anni dopo quello di Rod Laver. Molto al di sopra di Federer e Nadal.

Berrettini torna a casa in attesa dell’ultimo highlight stagionale, le ATP Finals che si terranno a Torino dal 15 novembre. Djokovic prepara invece il prossimo capitolo della sua epopea, domani notte, per la semifinale contro Zverev.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!