Italia-Lituania 5-0, tutto molto facile, nuovo record assoluto per gli Azzurri

Con una squadra rimaneggiata a causa delle molte assenze, l’Italia ritrova il suo gioco e tanti gol, pur contro una Lituania decisamente modesta

Qualificazione Mondiali Qatar 2022, Italia-Lituania 5-0 – Quattro gol in pochi minuti, due doppiette di Kean e Raspadori – due giovanissimi – un gioco piacevole, a tratti spumeggiante senza mai subire un solo tiro in porta. É vero, la Lituania tecnicamente si è dimostrata davvero poca cosa. Ma in conto va messo davvero tutto di una Nazionale che si ritrova vincente dopo due pareggi consecutivi. Un nuovo record per il calcio internazionale

Italia Lituania
Trentasettesima partita utile consecutiva per l’Italia di Roberto Mancini (Foto Figc Official Twitter)

Italia – Lituania, la partita

Kean e Raspadori in campo dal primo minuto sostituiscono numerosi titolari. Manca Immobile, bloccato da un problema muscolare e a secco di gol. Non c’è nemmeno Insigne, costretto a tornare a casa per un problema familiare, così come Chiesa, anche lui acciaccato e rientrato a Torino. Ma i due Millennial, classe 2000, non deludono le aspettative giocando l’uno per altro ed esprimendo gioco e creatività.

Raspadori si conferma un attaccante di grande duttilità svariando su tutto il fronte offensivo e i gol arrivano a grappoli. Due a testa per l’emiliano e per Kean, prima di un ulteriore gol di Raspadori nel secondo tempo annullato per fuorigioco (giustamente), un palo di Castrovilli e un bizzarro gol di Di Lorenzo, protagonista per altro di una gara eccellente.

Il girone degli Azzurri

In tre giorni si passa da pessimismo e fastidio a peana di gloria. L’Italia tiene alle spalle la Svizzera che non va oltre il pareggio (0-0) a Belfast contro l’Irlanda del Nord sbagliando un rigore proprio come era accaduto agli Azzurri contro la Svizzera domenica sera.

É vero che gli elvetici devono ancora recuperare una gara: ma anche vincendo le prime due, prima dello scontro diretto con gli Azzurri, non potrebbero scavalcare l’Italia in classifica rimandando la lotta per la prima posizione allo scontro diretto.

L’Italia rimanda i conti della qualificazione al Mondiale a novembre con le partite di Roma (12 novembre contro la Svizzera) e Belfast (lunedì 15 contro l’Irlanda del Nord).

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!