Zorya Luhansk-Roma 0-3: giallorossi in scioltezza contro una squadra modesta

Niente di più di un buon allenamento per la Roma che torna alla vittoria, segna tre gol e costruisce almeno una quindicina di occasioni in una gara dominata

Roma Abraham
Abraham, autore dle terzo gol della Roma (Roma Official Twitter)

I malumori del derby perso domenica scorsa sono alle spalle. La Roma ritrova gioco, serenità e leggerezza in Ucraina andando a vincere a mani basse la sfida contro lo Zorya Luhansk, volenterosa squadra di giovanissimi quasi tutti alla loro prima esperienza internazionale.

Zorya Luhansk-Roma 0-3

Con qualche cambio nella squadra che Mourinho alterna tra primo tempo e difesa consentendo a tutti, riserve e titolari di sgambare come in un buon allenamento, i giallorossi dominano fin dall’inizio. Tante occasioni per la squadra giallorossa che dopo il vantaggio di El Shaarawy, alla quarta nitida opportunità davanti alla porta avversaria, ha numerose occasioni per il raddoppio e chiudere la partita.

Se la prende comoda la Roma, con troppa generosità sotto la porta avversaria dove per altro il portiere ucraino Matsapura si esalta: sarà il migliore dei suoi. Poi, con gli ingressi di Abraham e Zaniolo, la Roma trova altri due gol. Prima con Smalling, colpo di testa su calcio d’angolo, quindi con Abaham, servito sul filo del fuorigioco da Zaniolo. Gara dominata, mai in discussione.

A fine gara il solito Mourinho: “Domenica abbiamo perso contro una piccola – dice il tecnico riferendosi alla Lazio – oggi ne abbiamo battuta un’altra…”

Roma a punteggio pieno nel girone di Conference League: nell’altra partita pareggio, 0-0, tra Bodoe Glimt e CSKA Sofia.

Il tabellino

ZORYA LUHANSK – ROMA 0-3
7′ El Shaarawy, 66′ Smalling, 68′ Abraham
ZORYA LUHANSK (4-3-3): Matsapura; Fovorov, Imerekov, Cvek, Khomchenovskyy; Buletsa (69′ Cristian), Nazaryna, Kochergin; Kabaiev, Gromov, Sayyadmanesh (69′ Zahedi).
ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Ibanez, Kumbulla, Smalling, Calafiori; Darboe (69′ Diawara), Cristante; Carles Perez (62′ Zaniolo), Pellegrini (77′ Borja Mayoral), El Shaarawy (77′ Villar); Shomurodov (62′ Abraham 7)
Ammonito: Kumbulla

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!