Le 10 commedie più belle di sempre

Cinema, le commedie più belle e famose di sempre. Dai classici americani a quelli italiani, per sorridere e rilassarsi davanti a un film.

 DIVORZIO ALL'ITALIANA FILMQual è la differenza tra un film comico e una commedia? Il primo punto tutto sulla risata, con gag e storie non per forza sofisticate e personaggi non approfonditi. La commedia invece crea un mondo e più che alla risata (che, comunque, non manca) punta a farci sorridere, metterci di buonumore, insomma. Abbiamo scelto le nostre preferite di sempre, mettendoci dentro quelle vecchie in bianco e nero, qualche classico degli anni ’90 e ovviamente i classici intramontabili italiani. Le commedie più divertenti, belle e famose della storia del cinema. Quelle da non perdere.

A qualcuno piace caldo (1959)

Forse “la” commedia per eccellenza del cinema americano. Il film di Billy Wilder con Jack Lemmon, Tony Curtis e Marilyn Monroe ha influenzato decine se non centinaia di commedie venute dopo. Ancora oggi il meccanismo perfetto e irresistibile. I due musicisti che per scappare dai criminali si travestono da donna e si uniscono a una banda femminile, i continui equivoci, le battute diventate leggendarie. Semplicemente un capolavoro.

Non ci resta che piangere (1984)

Roberto Benigni e Massimo Troisi: entrambi hanno fatto grandi commedie da soli, ma il risultato migliore e più divertente l’hanno raggiunto lavorando insieme. Questi due grandi talenti del cinema e della comicità italiana hanno dato il loro meglio proprio in questo film dove sono un maestro e un bidello che tornano indietro nel tempo, nel 1492. Film di grande successo, col tempo diventato un vero e proprio film di culto, pieno di idee e battute geniali. Impossibile non divertirsi, impossibile non metterlo tra le migliori commedie di sempre.

Divorzio all’italiana (1961)

Uno dei film italiani più famosi all’estero, forse perfino più che in Italia, è una commedia perfetta con un Mastroianni divertentissimo. Tra commedia e satira, il film di Germi vede tra le protagoniste anche una giovanissima e stupenda Stefania Sandrelli. Si ride, a volte amaramente, ma senza dubbio si ride. Vinse a Cannes il premio come miglior commedia.

Il dottor stranamore (1964)

Il più famoso film satirico di sempre è del grande regista Stanley Kubrick. Si parla di bomba atomica, guerra fredda, pericolo nucleare, ma con il linguaggio surreale della commedia. Un Peter Sellers magnifico che fa più ruoli e in ognuno strappa risate. Un film libero e assurdo, condotto perfettamente dalla regia perfetta di Kubrick. Da non perdere.

Io e Annie (1977)

Per molti è il miglior film di Woody Allen. Senza dubbio è uno di quelli che contiene più battute poi diventate citazioni famose. E’ la storia di una coppia, Alvy (Allen) e Annie (Diane Keaton) dall’innamoramento alla rottura. Pur essendo una commedia la storia del rapporto sentimentale è raccontata con incredibile intelligenza e profondità e naturalmente ironia. E si ride. Un esempio: “Oh, sei in analisi.” “sì, da quindici anni appena…” “Quindici anni??” “Ehm, sì. Adesso gli do un altro anno di tempo e poi vado a Lourdes”.

Vedi anche: Commedie romantiche recenti

Quattro matrimoni e un funerale (1994)

Uno dei più grandi successi degli anni ’90, il film che ha consacrato il talento di Hugh Grant. Personaggi che si incontrano e si innamorano tra un matrimonio e l’altro, battute, equivoci, un po’ di sentimentalismo, tutti gli ingredienti per questa perla di leggerezza che è sempre piacevole rivedere. Da non dimenticare, nella parte del prete pasticcione, il comico Rowan Atkinson, conosciuto anche con Mr. Bean.

Miseria e nobiltà (1954)

Una delle più belle commedie italiane di sempre è un vero e proprio classico con quello che è stato definito “il principe della risata”, ovvero Totò. Le vicende di due famiglie di poveracci, quotidianamente alle prese con la fame, che si fingono nobili e ci prendono gusto. Un film perfetto, teatrale (è tratto dall’opera di Eduardo Scarpetta), pieno di battute e gag irresistibili. Da conoscere.

I soliti ignoti (1958)

Un’altra commedia italiana che ha fatto scuola, in Italia e non (ne esiste anche una versione americana). Film dai meccanismi perfetti, sceneggiatura esemplare, attori in stato di grazia, basta fare i nomi: Gassman, Totò, Mastroianni, Carla Gravina e molti altri volti del grande cinema italiano, a interpretare una banda di disperati poveri e ladri. Regia di Monicelli, uno che di commedia ne sapeva parecchio. Un classico che ancora oggi funziona e strappa risate quando passa in tv.

Quando la Moglie è in Vacanza (1955)

Ancora Billy Wilder, ancora Marilyn, ancora un grande classico della commedia americana. Il protagonista resta solo in città, mentre la moglie è appunto in vacanza, ed è a questo punto che incontra la vicina di casa bionda e sexy… Celebre per la scena della gonna alzata, è un piccolo capolavoro della commedia americana, leggero e divertente, sempre piacevole da vedere e rivedere, con una Marilyn al massimo della sua forma.

Il grande Lebowski (1998)

E grazie ai fratelli Cohen dobbiamo una delle ultime grandi figure classiche della commedia americana: Lebowski, l’ex hippy svogliato, pigro e simpatico, che finisce – con i suoi sfigatissimi amici – in un’avventura più grande di lui. Trama avventurosa, imprevedibile e surreale, un film originale e geniale diventato leggendario: ci sono persone che lo conosco a memoria e sono in grado di ripetere scena per scena, battuta per battuta. Un motivo ci sarà. Una delle ultime grandi commedie del cinema americano.

Vedi anche:

Articoli Correlati

Add New Playlist