10 film di Catherine Deneuve

L’attrice icona del cinema francese vanta una carriera piena di film leggendari firmati dai più grandi registi. Abbiamo scelto i suoi 10 film migliori.

Catherine Deneuve è una potenza del cinema francese e un punto di riferimento indiscusso per il panorama cinematografico internazionale. Il suo incomparabile carisma, la sua intelligenza e la sua bravura di attrice hanno fatto battere i cuori di uomini e donne, pubblico e colleghi, per intere generazioni.

Fin da giovanissima ha dimostrato di avere una caratura artistica straordinaria, dimostrandolo con le scelte lavorative mai scontate che hanno costellato la sua lunga carriera. L’attrice vanta collaborazioni importanti con alcuni fra i più illuminati registi della storia del cinema. Tra gli altri, ricordiamo Monicelli, Ferreri, Bunuel, Ozon, Polanski e tanti altri ancora.

Abbiamo scelto per voi 10 film che la vedono protagonista.

I 10 film più belli e famosi di Catherine Deneuve

Repulsione


Appena ventenne Deneuve venne scelta dal grande regista polacco Roman Polanski per interpretare la protagonista del suo primo film in lingua inglese, Repulsione. Come di consueto, Polanski costruisce una cortina d’angoscia in cui si muove la giovane Carol, sessuofoba e androfoba, cui Deneuve presta volto e voce in una magistrale e inquietante interpretazione.

Bella Di Giorno

bella di giorno
Ancora nel ruolo di una donna che deve fare i conti con le proprie turbe psichiche, qui Deneuve interpreta una giovane moglie di un medico di successo che decide di prostituirsi. La pellicola è firmata dal grande regista spagnolo Luis Buñuel e vince il Leone d’Oro a Venezia nel 1967.

L’ultimo Metrò

ultimo metro
Il regista francese Francois Truffaut dirigerà Deneuve in “‘L’ultimo Metrò”, dramma metacinematografico ambientato nella Parigi della seconda guerra mondiale. Affiancata da un bravo Gérard Depardieu, Deneuve interpreta un’attrice famosa alle prese con una messa in scena osteggiata dalla tragica guerra in corso e da tutto ciò che ne consegue.

Indocina


Il dramma non a lieto fine “Indocina” del 1992 vale all’attrice numerosi premi, tra cui il premio César come miglior attrice e una nomination agli Oscar statunitensi. Le storie d’amore di due coppie si intrecciano in un questo grande affresco cinematografico, ambientato durante la lotta per l’indipendenza in Indocina che diventa la cornice perfetta per le due intense storie d’amore.

Vedi anche: Film romantici, i classici e i più recenti

Non Toccare La Donna Bianca


Catherine Deneuve è stata un’attrice amatissima anche dai registi italiani. Negli anni ‘70 l’Italia vantava artisti tra i più brillanti. Tra questi, figura anche il geniale Marco Ferreri, che dirige nel 1974 Catherine Deneuve nel fenomenale “Non toccare la donna bianca”. A fianco dell’attrice francese, compaiono Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi ed un insospettabile Paolo Villaggio.

Speriamo Che Sia Femmina


Un altro estimatore della grande attrice francese è invece Mario Monicelli, che la sceglie per la sua commedia dulcamara “Speriamo che sia femmina”. La protagonista è una famiglia per lo più a composizione femminile mentre la trama è un complicato avvicendarsi di equivoci e sotterfugi, in pieno stile rossiniano.

Place Vendôme


Grazie a questo film Catherine Deneuve si aggiudica la coppa Volpi come miglior attrice alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 1998. A dirigerla è la regista Nicole Garcia, e Deneuve interpreta Marianne, una donna rimasta vedova che deve fronteggiare i problemi economici a cui l’ha lasciata il marito. La protagonista troverà il modo di risollevarsi grazie ad una scoperta misteriosa.

8 Donne e Un Mistero


Catherine Deneuve è un’attrice versatile che si è dedicata a tutti i generi possibili, dalla tragedia alla commedia, financo al musical. Con il bravo regista François Ozon, si misura con questo geniale dramma comico musicale, insieme alla crème femminile del cinema francese. Insieme a Deneuve, va menzionato un altro colosso, la strepitosa Isabelle Huppert.

Vedi anche: I 10 musical più belli della storia del cinema

Dancer In The Dark


Deneuve ha dimostrato, nel corso della sua carriera, di avere un grande coraggio nelle scelte artistiche, come tanti suoi colleghi della sua generazione. E infatti un altro musical importante della suo percorso è il cupissimo “Dancer in The Dark”, dell’immenso regista danese Lars Von Trier. Qui Deneuve interpreta un’operaia amica della protagonista, una fenomenale Bjork.

Persepolis


Un’altra scelta politica è stata quella di donare la voce per un personaggio nel famosissimo cartone animato Persepolis, prodotto in Francia e tratto dall’altrettanto celebre fumetto firmato dall’illustratrice iraniana Marjane Satrapi. Deneuve qui doppia la madre della protagonista.

Vedi anche: Come diventare attrici: i primi passi per cominciare

Catherine Deneuve, attrice, donna, artista

Catherine Deneuve ha dimostrato più volte di essere un’attrice di spirito, dotata di pensiero originale che non si è mai vergognata di prendere posizione anche nelle questioni più spinose, a volte anche suscitando discussioni e controversie.

Così è successo infatti durante l’infiammato periodo di #MeToo, quando Deneuve scrisse una lettera aperta in contrapposizione con le tendenze generali, e per questo guadagnandosi anche aspre critiche da parte delle colleghe.

Tuttavia, questo dimostra come l’attrice francese non abbia mai fatto scelte calcolate, decidendo di rimanere fedele a se stessa e alla propria integrità artistica, come dimostra la sua filmografia varia e impegnata.

Vedi anche: Le 10 attrici con gli occhi più belli del mondo

Nel 2006 inoltre, Deneuve viene scelte come giurata alla 63esima Mostra del Cinema di Venezia, e riceve anche un premio speciale a Cannes, dove però non hai mai vinto come attrice protagonista.

L’attrice francese è anche nota come ambasciatrice dell’UNESCO. L’attrice è conosciuta anche per il suo intenso legame con l’attore italiano Marcello Mastroianni, da cui ebbe una figlia, l’attrice Chiara Mastroianni.

Vedi anche:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!