Il pianeta diamante

pianetadiamante2_copia
A quattro passi dalla Terra, solo 4000 anni luce che, in termini astronomici è come dire dietro l’angolo, anche se, con le attuali tecnologie impiegheremmo la bellezza di oltre 91.000 anni solo per arrivarci, esiste un pianeta che farebbe gola a tutti i gioiellieri della Terra.
Il pianeta in questione che ha una massa superiore a quella di Giove, il pianeta più grande del nostro sistema solare, e ha una struttura in carbonio e ossigeno. Cioè, non è nient’altro che un immenso diamante nell’universo al confronto del quale i nostri diamanti più pregiati, “La stella d’Africa” e “Koo-i-Noor”, farebbero una davvero misera figura.
Il pianeta diamante che attualmente ruota attorno ad una pulsar, una stella morta di cui è rimasto solo un nucleo super denso e che ruota su se stessa ad una velocità vertiginosa, 173 giri al secondo, ha una storia affascinante, si pensa che in passato sia stato una stella massiccia, che si è trasformata in un pianeta. La materia gassosa della stella, secondo i ricercatori, sarebbe stata travasata per oltre il 99,9% verso la pulsar durante un processo, ormai concluso, che ha riaccelerato la pulsar fino all’elevatissimo ritmo di rotazione attuale.
La preziosa scoperta, è proprio il caso di dirlo, è stata annunciata su Science da un gruppo internazionale coordinato dall’università australiana Swinburne University of Technology, e l’Italia ha partecipato con l’ Osservatorio di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e università di Cagliari.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!