Concepimento – Se concepite di sabato il bebè sarà un leader

Bambino_LeaderVolete che vi nasca un bambino che nella vita farà grandi cose? Concepitelo di sabato: diventerà un capo. Se invece preferite lasciare al destino la sua fortuna, un giorno molto favorevole per procreare è il giovedì

Lo afferma il “British Medical Journal” che ha svolto una curiosa ricerca per individuare quali sono le attività ideali da fare durante ciascun giorno della settimana. Il giovedì corrisponderebbe, secondo lo studio, al giorno in cui si fa il miglior sesso di tutta la settimana e in cui, difatti, nascono più bambini. Sarebbe tuttavia il sabato a dare agli aspiranti genitori la maggiore probabilità di far nascere bimbi vincenti. In ogni caso, il giovedì rimane un ottimo giorno per tentare di concepire, perché, a quanto pare, si hanno i più alti livelli del cortisolo, l’ormone che stimola a sua volta gli ormoni sessuali. Lo studio, addirittura, consiglia di puntare la sveglia un po’ più presto al mattino. Nelle prime ore della giornata, infatti, il testosterone negli uomini e gli estrogeni nelle donne raggiungono valori fino a cinque volte superiori rispetto al resto della giornata. Il sabato, invece, secondo la ricerca è la giornata ideale per procreare un figlio con grandi potenzialità e una personalità unica capace di farlo diventare un leader e, addirittura, un Primo Ministro. Secondo l’Ente nazionale Statistiche britannico, infatti, di 21 primi ministri eletti dal 1921, ben sei erano nati di sabato.
Sarebbero invece i mesi invernali quelli più favorevoli per concepire perché più fertili. Secondi i dati del Centro Artes di Torino sarebbe dicembre il mese più fertile dell’anno: la media dei bambini nati in Italia nove mesi dopo, ovvero a settembre, è la più alta. Nella classifica dei mesi ideali per il concepimento seguono altri mesi freddi come gennaio (nascite a ottobre), ottobre (nascite a luglio) e novembre (nascite ad agosto). Con l’aumento della temperatura ambiente, secondo gli studi del Centro, diminuisce la concentrazione degli spermatozoi, peggiorando il liquido seminale maschile. Anche un aumento di pochi gradi, poi, considerata l’alta incidenza di varicoceli nella popolazione maschile, è sufficiente a diminuire la qualità del liquido seminale e alterare la fertilità.

di Paola Benedetta Manca
21 ottobre 2010

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!