Mal d’autunno: depressione autunnale sintomi

depressione_autunno
Si chiama SAD e sta per Seasonal Affective Disorder o più semplicemente depressione autunnale. Si tratta di un disturbo psicopatologico di origine meteoropatica che si manifesta in genere con l’arrivo dell’autunno in concomitanza con la diminuzione delle ore di luce.

Depressione autunnale sintomi

I tipici sintomi sono mancanza di energia, affaticabilità, basso desiderio sessuale, sonnolenza oppure difficoltà di risveglio mattutino, aumento dell’appetito con particolare preferenza di dolciumi o pasta, riduzione della produttività e tendenza all’isolamento. La SAD colpisce 12 milioni di italiane. Il problema comunque, riguarda il 25% della popolazione e le donne sono quattro volte piu’ vulnerabili degli uomini. Questi sono alcuni dei dati illustrati durante il convegno nazionale organizzato a Palermo dalla Societa’ Italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo). ”La causa – ha spiegato il direttore della Clinica ostetrica e ginecologica dell’Universita’ di Palermo Antonino Perino – e’ in gran parte biologica, determinata da un basso livello di serotonina, il neurotrasmettitore ‘messaggero’ cerebrale del buonumore, la cui concentrazione sembra ridursi nei periodi piu’ freddi e con meno luce”. ”Le donne – ha aggiunto dal canto suo il direttore della Sod di Ginecologia dell’infanzia e dell’ Adolescenza del ‘Careggi’ di Firenze Vincenzina Bruni – possono pero’ contare su un’arma in piu’ per risolvere soprattutto i sintomi sessuali. Si chiama drospirenone, un progestinico contenuto nella pillola contraccettiva che agisce direttamente sul sistema nervoso centrale.

Oltre all’efficacia anticoncezionale, ha dimostrato, dopo 6 mesi di assunzione, di favorire un aumento della libido, un miglior raggiungimento dell’orgasmo e una piu’ alta frequenza di rapporti”. Anna Maria Paoletti, ordinario di Ginecologia e ostetricia dell’Universita’ di Cagliari, ha detto che: ”E’ la soddisfazione che determina l’adesione ad un metodo anticoncezionale e influenza di conseguenza la salute sessuale delle pazienti. Recenti studi internazionali hanno dimostrato come chi utilizzi estroprogestinici abbia complessivamente tassi di mortalita’ complessiva piu’ bassi e goda di maggior benessere, anche psico-fisico”.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!