Secondi – Arrosto di coppa alle arance

arrostoaran

Gli agrumi sono l’ingrediente di questo periodo e c’è l’imbarazzo della scelta fra arance, limoni, mandarini, mandaranci e clementine; sono succosi e saporiti, dolcissimi oppure con una punta aspra e pizzicante, comunque sia irresistibili… portano in tavola i colori del sole anche se è ancora inverno, sono un punto di forza per la nostra cucina mediterranea. Fra tutti gli agrumi in commercio, adoro le arance rosse di Sicilia a marchio IGP ma ci sono anche varietà quali il Moro, il Tarocco famosissimo e le Sanguinelle contraddistinte da bellissime sfumature rosse più o meno intense con un gusto molto dolce, che io amo soprattutto sotto forma di spremuta, molto dissetante. In qualunque caso prediligo agrumi italiani, biologici: cosi facendo possiamo andar sicuri anche nell’utilizzo delle scorze che possono profumare molti nostri piatti. Come per questa ricetta, dove le arance sono le protagoniste indiscusse per profumare la carne.  Ingredienti per sei persone

1 chilo circa di arrosto di coppa di maiale, qualche fetta di pancetta tesa, 1 cipolla dorata, 2 arance biologiche a fette + il succo di 2 arance, olio extravergine d’oliva q.b., fior di sale e pepe bianco.

Preparazione

Arrotolare l’arrosto di coppa di maiale con le fettine di pancetta tesa, fissarle con lo spago da cucina. Salare l’arrosto con qualche fiocco di fior di sale, peparlo leggermente. In una casseruola ovale per arrosti, scaldare dell’olio extravergine d’oliva e far rosolare la cipolla tagliata a velo. Appena inizia a sfrigolare ed imbiondire, unire l’arrosto e farlo rosolare molto bene da ambo le parti. Affettare le arance lavate con cura, porre le fettine intorno all’arrosto e anche al di sotto, cuocere in forno caldo a 180°C per circa un’ora, bagnandolo di tanto in tanto con il fondo di cottura e con qualche cucchiaio di succo d’arancia. Servire l’arrosto a fette accompagnato da patate al forno tagliate a quadrotti e sbollentate in acqua calda e salata per almeno cinque minuti e messe in forno per un oretta con un filo di olio, sale e pepe. Il tutto innaffiato con un Barbera d’Asti.

Vedi anche: Arrosto di vitello con salsa al tartufo ricetta

26 gennaio 2011

0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!