Funghi in gravidanza: si possono mangiare?

Si possono mangiare i funghi in gravidanza e allattamento? Come sempre su questi argomenti c’è molta confusione ed è difficile orientarsi. Vediamo di capirci qualcosa, tenendo sempre a mente che l’ultima parola deve averla il vostro medico.

Donne in gravidanza e funghi

Il Ministero della Salute raccomanda, per precauzione, di non ingerire funghi in gravidanza e di non darne ai bambini, il che implica anche la fase dell’allattamento. L’indicazione si riferisce primariamente ai funghi spontanei, quelli raccolti nel bosco: il pericolo reale infatti sta più che altro nella possibilità di mangiare, per sbaglio, funghi non commestibili. Cerchiamo di approfondire.

Funghi in gravidanza: controindicazioni

Perché non si dovrebbero mangiare funghi in gravidanza? Vale per tutti i tipi di funghi?

Il rischio fondamentale nel mangiare funghi quando si aspetta un bambino è di ingerire, senza saperlo, funghi tossici magari raccolti da persone inesperte: si andrebbe incontro a una intossicazione che potrebbe essere anche molto grave, e coinvolgerebbe naturalmente anche il feto.

Decisamente da evitare i funghi sott’olio casaslinghi: se il rischio che nel vasetto si sviluppi il botulino è concreto per tutti, in gravidanza sarebbe davvero pericoloso per il feto.

C’è anche da considerare il fatto che i funghi sono forme di vita che tendono ad assorbire piuttosto facilmente eventuali contaminazioni dell’aria e del terreno dovute a inquinamento (pesticidi, sversamenti…): naturalmente si tratta di percentuali molto basse, ma un occhio alla provenienza non guasta.

Sconsigliati anche i funghi “esotici” che spesso si trovano essiccati come integratori o per insaporire ricette etniche, come gli shiitake: se la provenienza non è più che certa si rischia qualche sorpresa.

E per quanto riguarda invece i funghi commestibili?

Pasta ai funghi in gravidanza: sì o no?

Per cominciare, la regola principale vale per tutti, e soprattutto per le donne incinte: i funghi…

  • devono essere sicuri, quindi acquistati in negozio, coltivati (per esempio i funghi pleurotus in gravidanza, se sono coltivati da un produttore affidabile, sono concessi) o raccolti da personale certificato, correttamente conservati (che siano freschi o surgelati) e al punto giusto di maturazione;
  • devono essere sempre consumati cotti, come accade nella maggior parte dei piatti della tradizione come i risotti e la pasta coi funghi.

Inoltre, si dovrebbero mangiare solo i funghi considerati eduli in ogni fase della loro vita, quindi assolutamente da evitare quelli che sono commestibili sono fino a un certo punto della maturazione e lievemente tossici dopo, o prima, o la cui tossicità dipende dal grado di cottura, come accade per i chiodini e i coprini.

A patto di rispettare queste condizioni di prudenza e buon senso (per cui non serve certo una consulenza dell’ Oms), il consumo di qualche funghetto ogni tanto è ammesso.

Vedi anche: Funghi crudi: quali si possono mangiare? Consigli, idee e ricette

Funghi in allattamento si possono mangiare?

Il discorso per l’allattamento è un po’ diverso, dato che il bambino non è più “collegato” al corpo della madre in via diretta, però beve latte materno nel quale, in proporzioni variabili, passano le sostanze che la mamma assume con l’alimentazione.

Se si osservano le norme di sicurezza elencate sopra (solo funghi commestibili sicuri, ben cotti, ben conservati), mangiare funghi durante l’allattamento non crea nessun problema di salute alla madre o al piccolo.

Può succedere semplicemente che il bambino non gradisca il sapore (come accade quando si mangiano cibi con un gusto molto forte, come l’aglio). C’è chi dice che alcuni alimenti possano aumentare le coliche dei neonati, ma non c’è alcuna chiarezza scientifica su questo punto e le variabili sono molto soggettive.

Quindi, se vi viene un’improvvisa voglia di polenta e funghi in gravidanza cercate di agire con buon senso: un assaggio in sicurezza, per la gioia del palato e dello spirito, ve lo potete concedere senza problemi.

Se pensate di vivere di pizza con i funghi e tagliatelle coi porcini tutti i giorni… no, meglio di no. Se allattate, basta fare attenzione a provenienza, conservazione e cottura dei funghi!

Vedi anche:

0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!