Funghi Champignon fritti in padella. Dorati e croccanti

Ricetta Funghi Champignon fritti in padella. Ecco come farli dorati e croccanti

Avevi mai pensato di cucinare gli champignon fritti? Questa ricetta facilissima è stranamente poco sfruttata, e vale assolutamente la pena provarla.

I funghi in frittura sono, naturalmente, una pietanza calorica, che si presta però ottimamente come antipasto, snack o per completare un buffet con qualcosa di davvero sfizioso e inaspettato. Ecco come si preparano!

Le dosi sono indicative.

Preparazione: 10 minuti. Cottura: 15 minuti. Totale: 25 minuti.

Preparazione Champignon fritti in padella

Ingredienti

  • 300 g di champignon
  • 2 tuorli
  • 1-2 cucchiai di latte
  • Farina
  • Pangrattato
  • Olio per frittura

Priva gli champignon delle radichette e puliscili accuratamente con un panno morbido e, se necessario una spazzolina. Quindi dividili a metà.

Sbatti i tuorli con il latte in una ciotolina. Prepara due recipienti: uno con la farina, uno con il pangrattato.

Passa i funghi nella farina, rigirandoli abbondantemente, quindi scrollali bene facendoli saltellare su un setaccio. Per infarinarli, puoi anche chiuderli in un sacchetto del pane insieme alla farina necessaria, agitare, quindi rovesciare su un setaccio tutto il contenuto.

Passa ora i funghi nel recipiente con i tuorli, quindi in quello del pangrattato, impanandoli uniformemente.

Friggili, pochi per volta, in olio bollente per pochi minuti: appena appaiono ben dorati, scolali con il mestolo forato e depositali sulla carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

Servili caldi con una ciotolina di maionese e qualche foglia di lattuga per “rinfrescare” il palato.

funghi champignon fritti croccanti

Consiglio: è importante gestire bene la fase della cottura, perché i funghi tendono ad assorbire facilmente i liquidi: per evitare che si inzuppino, l’olio deve essere ben caldo (meglio se si usa una friggitrice) e la panatura uniforme.

Champignon: semplici, ma preziosi

Gli champignon sono funghi molto versatili, economici e facili da trovare tutto l’anno anche al supermercato, dal momento che sono tipicamente coltivati. Tuttavia sono talvolta considerati un po’ di serie B per via del sapore molto delicato. Hanno invece ottime qualità in fatto di consistenza, perché sia crudi che cucinati sapientemente si mantengono sodi e assorbono i sapori del condimento.

Si possono usare in insalate, nei panini, nelle torte salate, sulla pizza, nei veg-burger ma anche con le carni bianche o in un gustoso sugo per le tagliatelle. Il segreto per usarli bene sta però, come per tutti i funghi, nel fatto di pulirli accuratamente con un panno e una spazzolina, ma non lavarli con l’acqua.

Vedi anche:

E anche: I funghi si possono mangiare crudi?

0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!