Cerimonia: abiti da giorno e da sera. Come non sbagliare e riciclare

Battesimi, comunioni, cresime, nozze…inizia con la tarda primavera la stagione delle cerimonie, che in certe annate ci impegnano per più di un fine settimana, da maggio a settembre. Che siano occasioni informali, o eleganti, la domanda che ricorre è la stessa: cosa mi metto?
Vediamo alcuni consigli per spendere bene, far bella figura e riciclare i capi d’abbigliamento in più occasioni.

I colori

Un tempo si diceva che il nero fosse vietato ai matrimoni, così come il bianco, specie se la sposa è vestita di bianco. Oggi diciamo “dipende”. Nero, avorio, grigio, beige e l’attualissimo rosa cipria (o polvere) sono colori che non stancano, non passano di moda e sono perfetti per un abito da cerimonia, l’importante è saperli scegliere bene.

Ad esempio se un matrimonio si celebra la sera, un abito da cocktail nero o nero e oro come quello di Jenny Packham, non troppo austero, ma ingraziosito da ricami, sarà la scelta azzeccata: sarete eleganti e aggiungerete al vostro guardaroba un pezzo indispensabile.

Avorio è un colore che potete scegliere per un matrimonio di giorno, meglio se la lunghezza è al ginocchio, o sopra, con ricami, dettagli e accessori che lo vivacizzino.

Se preferite i colori intensi, meglio non esagerare coi fronzoli, si rischia l’effetto uovo pasquale, optate per linee pulite di Felipe Varela, lo stilista  dell’icona di stile Letizia di Spagna che è sempre perfetta in tutte le occasioni senza esagerare.

Fiori, pizzi e ricami

Una fantasia rende un abito più vivace, rispetto al colore puro, ma di solito ha vita più breve, ci stanca prima. È anche vero che un abito a fiori è un capo versatile, con una giacca e un paio di sneakers, da elegante diventa casual.

Vedi anche: Abiti a fiori corti o lunghi, la tendenza moda estate

Le cerimonie estive si sposano davvero bene coi fiori, la base della fantasia dev’essere chiara, meglio se avorio, rosa o verde acqua.

Non solo stampati, i fiori possono essere anche ricamati, come l’abito con gonna a palloncino di Hobeika

Il pizzo in questo 2015 è davvero onnipresente, ci piace perché è così femminile, attenzione però a sceglierlo per un abito da cerimonia, se è troppo sexy, si rischia di risultare fuori luogo. Meglio un rosa o un grigio, piuttosto del nero e un orlo non troppo sopra al ginocchio.

 Ad esempio se un matrimonio si celebra la sera, un abito da cocktail nero  vedi Jenny Packham, o un completo nero e bianco, non troppo austero, ma ingraziosito da pizzo e ricami, sarà la scelta azzeccata: sarete eleganti e aggiungerete al vostro guardaroba un pezzo indispensabile.

La lunghezza giusta

Non è detto che un abito corto non sia elegante, ma per una cerimonia è meglio stare su una lunghezza cocktail, ovvero poco sopra o sotto al ginocchio.

Sì agli abiti lunghi, ma a seconda del tipo di cerimonia, trovate il giusto equilibrio: un abito fino ai piedi può risultare da red carpet, quindi troppo elegante, così come da figlia dei fiori, troppo casual. In perfetto equilibrio, gli abiti di eleganti di Lanvin , Giorgio Armani e Giambattista Valli.

Se invece di un vestito scegliete dei pantaloni, che siano rigorosamente lunghi e sartoriali, come quelli a vita alta di Elisabetta Franchi, color rosso passione, elegantissimi. Oppure sempre elegantissimi i completi pantaloni di Balmain, e per non sbagliare e andare sul sicuro date uno sguardo alle collezioni sempre di Giorgio Armani donna.

Intero o spezzato?

Ecco un altro dei dilemmi che si presenta nella scelta di un abito da cerimonia. Se un vestito intero ci toglie in un colpo solo il problema di cosa indossare, lo “spezzato” moltiplica i problemi per due, perché dobbiamo trovare un “sopra” e un “sotto”. Il lato positivo di questa seconda scelta è che avremo due capi da sposare a tanti altri che già abbiamo nel guardaroba, creando differenti look.

Una gonna a tubo nera dal taglio originale  potremo riutilizzarla in più occasioni, abbinandola a un top di pizzo o a un soprabito in chiffon come ad esempio abbimo visto da Daks. Anche il mix & match come l’elegante gonna vaporosa in verde marcio di Ralph Lauren abbinata ad un giubotto in tinta dal taglio sartoriale, e accessoriato con sandali oro e pochette può essere la scelta giusta. Il risultato finale sarà quello di un outfit unico, diverso dai soliti abiti da cerimonia e che vi invidieranno tutte.

Dove comprare per risparmiare

Muovetevi per tempo. Di solito gli inviti a nozze, battesimi ecc. arrivano con largo anticipo.
Se non aspetterete l’ultimo momento potrete comprare online, su grandi store o sul sito del vostro stilista preferito, risparmiando e senza temere di non far in tempo a restituire un abito di una misura sbagliata, o che non vi sta bene come pensavate.
Con un buon margine di tempo potrete anche pianificare qualche gita a un factory outlet, senza fretta potrebbe essere divertente provare tanti abiti diversi, prima di decidere dove fare il vostro investimento in eleganza.

Articoli Correlati

Add New Playlist