Le partecipazioni di nozze

terracotta_vera_wangQuando avete preso la decisione di convolare a nozze, tra i tanti rivoli organizzativi che vi si parano davanti c’è anche quello delle partecipazioni di nozze. Argomento da non sottovalutare e da mettere per tempo in calendario se, non volete sposarvi in incognito.

Di solito è bene spedirli almeno un paio di mesi prima del vostro matrimonio, in modo da dare ai vostri invitati il tempo necessario per organizzarsi e non prendere impegni per quella data

Naturalmente, avete già deciso tutte le coordinate della vostra cerimonia, dovete solo pensare allo stile che più vi aggrada. Se siete delle inguaribili romantiche e vi piace il classico e, se le condizioni ci sono tutte, allora la vostra partecipazione avrà: in alto a sinistra del cartoncino i nomi dei vostri genitori che annunciano il vostro matrimonio, a destra quelli dello sposo, al centro tutti i riferimenti alla cerimonia come la data, l’ora e il luogo, e nella parte inferiore, a sinistra l’indirizzo della casa dei genitori della sposa, a destra quello dei genitori dello sposo e centralmente quello della casa che accoglierà la coppia.

Se invece seguite la modernità e lo stile classico vi sembra roba d’altri tempi, adattavi alla regola contemporanea che vuole che siano direttamente gli sposi ad annunciare il loro matrimonio. Se poi siete veramente all’avanguardia, dimenticate la partecipazione su carta ed aprite una pagina web con il sito del vostro matrimonio, dove darete tutte le informazioni che volete ed invierete le partecipazioni via email.

Se la partecipazione sarà fatta su carta, meglio seguire regole classiche: caratteri in stampatello o corsivo inglese, carta bianca o avorio,. Il formato, per rimanere in tema, deve essere 12,5 x 16,5 cm e un tocco di stile sarebbe la carta tagliata a mano. Sono ammesse concessioni alla creatività, mantenendo sempre i limiti del buon gusto. Ricordate in ogni caso che, l’annunciazione del vostro evento deve essere fatta in modo appropriato perché sarà un segnale sul tono della cerimonia e che la semplicità e la sobrietà pagano sempre.

 

Leggi anche:Bouquet:Bianco ma originale

23 agosto 2010

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!