Latte materno, cambia a seconda delle esigenze del bebè

Ecco perché occorre incoraggiare l’allattamento al seno

(28 novembre 2009) – La mattina beviamo il caffè, la sera la camomilla. Il primo per svegliarci, il secondo per conciliare il sonno. Potrebbe sembrare assurdo ma anche per i bebè le esigenze sono le stesse, con l’unica differenza che a fungere da caffè o da camomilla ci pensa il latte materno. La scoperta arriva dalla Spagna. Gli studiosi dell’Università di Estremadura hanno rilevato che il latte materno contiene sostanze nutritive diverse a seconda dell’ora della poppata.
 
Al mattino è neurostimolante, la sera è rilassante. I ricercatori, guidati dalla dottoressa Cristina Sanchez, hanno chiesto a 30 neomamme di prelevare 6/8 campioni di latte in diverse ore del giorno. La presenza di alcune molecole varia proprio a seconda dell’orario del prelievo, in particolare la concentrazione di nucleotidi, di adenosina, di guanosina e di uridina, le molecole ad azione rilassante sul cervello, sono maggiori nel latte della poppata notturna che in quella del mattino. L’allattamento al seno rappresenta un vero toccasana per mamme e bebè.
 
Dopo aver accertato che previene malattie a breve e lungo termine per il piccolo, aiuta il dimagrimento della mamma, e previene malattie come la depressione post partum e l’ipertensione, questa nuova scoperta aiuterà le mamme a conservare al meglio il loro latte e soprattutto, lo faranno bere al bimbo durante il giorno o la sera, a seconda dell’orario in cui lo hanno tirato.

Related Posts

Ben tornato!