Michelle Hunziker e i tabù sessuali dei maschi italiani

In un’intervista al settimanale A la bionda presentatrice parla del divorzio, di Berlusconi, delle trans e dell’educazione sessuale dei machi italiani

9 dicembre 2009 – di Alessia Gargiulo

In una lunga intervista del settimanale A riportata integralmente dal Corriere, Michelle Hunziker si confessa in vista anche del cinepanettone di cui sarà protagonista ‘Natale a Beverly Hills’. Racconta del trauma di trasferirsi dalla Svizzera all’Italia a 16 anni, del rapporto con Eros Ramazzotti “Ci sentiamo ancora una famiglia. Abitiamo a 200 metri uno dall’altro” e degli scandali sessuali e politici che stanno dominando le cronache nazionali: su Veronica che ha chiesto 3 milioni e mezzo al mese a Berlusconi per  il divorzio “Secondo lei, io che non ho mai chiesto a Eros alimenti per me, che ho sempre detto che non voglio uscire da un matrimonio arricchita cosa potrei pensare? Bisogna, però, sempre valutare la storia individuale delle persone” e sul tormentone-trans “I trans non ci sono solo in Italia, anche se qui il fenomeno è molto più forte. In Germani, per esempio, non si è mai sentito di un politico che va con i trans. Se lo fanno, probabilmente non viene fuori”.

Michelle HunzikerMichelle Hunziker

Poi affronta senza peli sulla lingua l’argomento educazione sessuale e puntualizza le differenze tra il modo di approcciarsi all’argomento degli uomini italiani: “In Svizzera, all’età di 10 anni, io sapevo come funzionava. In casa ogni tanto vedevo papà nudo, e non era una cosa strana. Non mi sono mai creata delle malizie. Qui, quelli della mia generazione hanno avuto tanti tabù per quanto riguarda l’educazione sessuale nell’ambito della famiglia. Se poi chiedi, “ma tu con tua madre hai mai parlato di sesso?” “Con mia madre? Non potrei mai!”. Per molti maschi italiani la mamma non ha niente a che fare con la sessualità. La mamma non bacia, la mamma non fa sesso, la mamma è una donna a sé. È la madonna asessuata”. E anche su un altro argomento spinoso al momento in Italia, la RU486, ha le idee chiare: “Io sono per la vita e ad Aurora già l’ho detto: amore mio mi raccomando proteggiti, perché se rimarrai incinta, anche se sarà a 15 anni, ricordati che porterai a termine la gravidanza, sarai mamma”. Illuminata solo in parte la saggia Michelle.

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!