Quanto vale l’oro oggi, conviene davvero comprare un gioiello?

Quanto vale l’oro oggi? Quanto vale l’oro usato? Ed è una buona strategia di protezione del reddito quella di investire in gioielli e preziosi? Vediamo.

Quanto vale l’oro al grammo nel 2019

Alla data odierna, marzo 2019, l’oro è quotato 37,93 Euro al grammo, 37928.21 Euro al Kg. Chi definisce il prezzo dell’oro? Il punto di riferimento per oro e argento è il prezzo che la LBMA (London Bullion Market Association) fornisce ogni giorno in due sessioni, alle 10:30 e alle 15.

La LBMA è un’associazione che raduna i venditori cui si rivolgono clienti di tutto il mondo e anche la maggioranza delle banche centrali e delle zecche. L’oro venduto deve essere di purezza pari almeno al 99,5%.

L’oro è utilizzato anche dalle banche centrali per coprire le loro riserve monetarie: in sostanza è un bene la cui conservazione da parte degli Stati mostra la capacità degli stessi di far fronte a crisi valutarie, speculazioni e attacchi dei mercati. Una buona riserva di oro è un elemento di salute della stabilità di una nazione.

Vedi anche: Banco dei pegni, come funziona, conviene davvero?

Quanto vale l’oro usato al grammo

Naturalmente c’è una differenza tra l’oro puro e quello che possiamo rivendere in uno dei tanti “compro oro” o dal gioielliere. Se per sapere quanto vale l’oro grezzo dobbiamo solamente aprire i siti di settore, l’oro usato vale meno ma comunque conserva un’ottima resa economica nel corso del tempo.

C’è una quotazione, anch’essa fatta a Londra, dell’oro usato in base ai carati:

  • quanto vale l’oro 9 carati? 10,97 Euro al grammo
  • quanto vale l’oro 18 carati? 26,05 Euro al grammo
  • quanto vale l’oro 20 carati? 31,24 Euro al grammo
  • quanto vale l’oro 22 carati? 31,56 Euro al grammo
  • quanto vale l’oro 24 carati? 34,76 Euro al grammo

Naturalmente come avviene per il cambio delle monete nei money exchange dove non troverete mai il valore esatto stabilito dal Mercato ma quello fornito dal singolo negozio, stesso discorso avviene per l’oro (e le fluttuazioni sono importanti). Certo il compratore ha costi di esercizio che poi mette nel prezzo dell’oro che fa all’acquirente finale.

E’ opportuno quindi confrontare il prezzo praticato da vari rivenditori e pesare preliminarmente voi l’oro che state portando a valutare in modo da evitare anche spiacevoli truffe (purtroppo accadono e del resto, visto l’altissimo valore al grammo, anche pochi grammi fanno una notevole differenza).

Quasi tutti i compratori offrono un pagamento in contanti fino ad un certo valore (la legge lo stabilisce entro un massimale di 499,99 Euro) e pagano con bonifico o assegno non trasferibile le cifre più elevate.

Quanto vale l’oro bianco usato al grammo

L’oro bianco usato solitamente ha la stessa valutazione dell’oro giallo, possedendo la medesima quantità di oro puro nella lega. Naturalmente anche qui occorrerà valutare e scegliere la migliore offerta dei vari compratori presenti sul mercato.

Conviene investire in preziosi?

La domanda non ha una risposta univoca perché accanto al valore del puro metallo va naturalmente considerato anche quello del gioiello in sé.

Quindi ogni prezioso ha un valore che dipende dal suo materiale, dai carati, dal grado di conservazione, pulizia, usura e dal design e dal designer. Un gioiello storico di un brand importanti come Buccellati o  Bulgari, tanto più se appartenente ad edizioni limitate e collezioni storiche ed iconiche, prende nel tempo valore. Quindi un gioiello ha una resa che può anche crescere (e parecchio) negli anni.

Come proteggere un investimento in oro

Non è certamente una buona idea conservare preziosi in casa, magari in un semplice cassetto accessibile a tutti. Le due misure di protezione più ovvie sono una cassetta di sicurezza in banca e la sottoscrizione di una polizza di assicurazione.

I costi possono partire da un canone annuo contenuto, anche sotto i 50 Euro (ad esempio Banca Intesa parte da circa 30 euro annui per le cassette più piccole) a salire molto, in base alla natura del bene che si lascia nell’istituto e alla durata.

Ci sono banche che hanno anche pacchetti con cassetta di sicurezza annessa a contratti bancari. Il premio da pagare alle assicurazioni dipende invece dal valore del bene e dal massimale per cui lo si assicura, oltre che dalle misure di tutela e protezione attiva e passiva che si mettono in atto per proteggerlo da eventuali furti o dal banale smarrimento.

VEDI ANCHE: CONVIENE VENDERE ORO? TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE

© copyright (26/03/2019)

Related Posts

Ben tornato!