Azioni Amazon, conviene ancora comprarle? Crescita e previsioni

Conviene ancora comprare le azioni Amazon? Secondo i principali analisti la crescita del titolo del colosso di Jeff Bezos continuerà ancora. Ecco le previsioni

Conviene ancora comprare azioni Amazon? Continuerà la crescita dei titoli del colosso Usa? Cerchiamo di capire meglio com’è la salute del gigante del commercio online statunitense partendo da principali dati e indicatori economici. Previsioni, crescita e consigli sulle azioni Amazon.

Amazon: dai libri a… tutto

Amazon ha rivoluzionato il nostro modo di acquistare, aprendo e allargando potentemente il mercato online. Fondata nel 1994 iniziò a vendere sulla Rete libri, per poi ampliare la sua gamma in catalogo a una tipologia sterminata di prodotti. Prima musica, poi videogiochi e programmi di informatica, poi elettronica, vestiti, per arrivare al cibo, al video streaming online (con Amazon Prime Video), alle produzioni originali di contenuti multimediali e a praticamente tutto…

Amazon Echo Show Music
@Amazon Press

Amazon ha anche rivoluzionato le consegne e il concetto di assistenza clienti. I tempi di arrivo dei pacchi sono molto rapidi (se acquistati da Amazon e non da un venditore collegato, tanto più se con sede extra-Ue) ed è molto semplice avere a che fare con il servizio clienti che è rinomato per la velocità dei resi, per le sostituzioni e i rimborsi.

Insomma Amazon ha finito per fare scuola nel settore e il suo fondatore, Jeff Bezos, è stabilmente ai vertici delle classifiche degli uomini più ricchi del mondo.

Vedi anche: Jeff Bezos patrimonio: come spende i soldi l’uomo più ricco di tutti

Amazon: i numeri del successo

Fatturato 2017 all’astronomica cifra di 177,9 miliardi di dollari per un utile netto 2018 di 11,3 miliardi di dollari. Oltre mezzo milione di dipendenti nel mondo, una serie di brand collegati che vanno da IMDb allo storico Washington Post (di proprietà di Jeff Bezos).

Amazon è dal 1997 una public company quotata alla Borsa di New York nell’indice Nasdaq, quello dove rientrano i titoli tecnologici. Alla quotazione il titolo fu fissato in 18 dollari per azione. I primi anni furono di assestamento, lenta crescita e consolidamento del business plan. Il primo utile operativo arrivò solamente nel 2002 ma da quell’anno l’azienda è sempre stata in attivo e ha macinato utili considerevoli.

Il dato di crescita delle azioni Amazon è impressionante: è passato da quei famosi 18 dollari agli attuali 1768 dollari ad azione. In sostanza se qualcuno avesse comprato 100 azioni Amazon all’uscita avrebbe speso 1800 dollari e oggi ne avrebbe 176.800.

La sede di Amazon è nei sobborghi di Seattle ma sono numerosissime le sedi e i magazzini sparsi nel mondo (13 i grandi magazzini di stoccaggio nel nostro Paese). La curva di crescita delle azioni è stata più imponente soprattutto tra il 2014 e il 2019 come riporta il grafico sottostante.

Dove comprare azioni Amazon (in banca ma non solo)

Le azioni Amazon possono essere acquistate in banca o tramite di tutti i professionisti abilitati (private banker, consulenti finanziari, trader). Possono naturalmente essere acquistate anche autonomamente, sulle piattaforme online, sulle app. Il consiglio, se non si è esperti del settore, è quello di farsi seguire da un consulente che saprà anche dare tutte le informazioni sui vari risvolti fiscali connessi all’acquisizione di azioni sui mercati internazionali.

Azioni Amazon previsioni crescita e guadagni

Investimenti nella pubblicità online, acquisizione di grandi brand della distribuzione del biologico. Negli ultimi due anni Amazon si è mossa in modo rapido su settori in grande espansione. Questo ha fatto sì che il guadagno in borsa nel 2018 è stato di oltre il 20% e le principali stime, raccolte dal portale Reuters, indicano previsioni di numeri simili per l’annualità 2019.

Le previsioni degli analisti, sempre fonte Reuters, indicano che il titolo ha ancora margini per crescere: 24 agenzie che consigliano l’acquisto e nessuna che consiglia la vendita.

Nel 2019 Amazon allargherà ulteriormente i suoi mercati, ad esempio alla Turchia dove offrirà 15 categorie merceologiche, aprirà ulteriori punti vendita Amazon Go negli States e continuerà con il suo piano aggressivo (e spesso creativo) di espansione.

Bloomberg stima la crescita delle vendite di amazon.com del 2019 del 26% rispetto al 2018. Sempre Bloomberg indica inoltre il fatturato dell’ultimo trimestre 2018 a $ 72,4 miliardi di dollari, superiore a quello previsto di 71,9 miliardi di dollari. Anche l’utile netto per azione è stato più alto del previsto ($ 6,04 per azione contro una media preventivata di $ 5,56 per azione). A trascinare Amazon il settore pubblicità e le vendite di Amazon Web Services, il più utilizzato tra i servizi di cloud computing (crescita del 45% a 7,43 miliardi di dollari.

Target Price Azioni Amazon

Ma quali sono le previsioni di crescita di Amazon per il prossimo anno. Il sito tipranks ha elaborato una prospettiva basandosi sui 36 maggiori analisti. Il range di crescita previsto per le azioni Amazon a marzo 2020 va da un minimo di 1850 ad un massimo di 2450 dollari.

Il titolo viene definito nella classe “strong buy”, quindi con acquisto fortemente consigliato. Pivot Research Group ha posto il target price Amazon a 1920 dollari.

Anche le elaborazioni di Yahoo Finance (qui sotto) pongono la crescita a una media di 2080 dollari.

E ancora una volta la prospettiva oscilla tra strong buy e buy (solo 4 agenzie consigliano un hold, mantenere) e nessuno la vendita del titolo.

Il consiglio resta comunque quello di diversificare (sotto la supervisione di un esperto)

In sostanza la maggioranza delle previsioni sono rosee sul futuro di Amazon. Naturalmente il consiglio resta quello di diversificare i propri investimenti dato che rivolgersi ad un singolo titolo, per quanto investito di grande ottimismo sul mercato e per quanto solido negli utili macinati negli ultimi anni, è sempre rischioso.

Diversificare significa suddividere il rischio. Ma la raccomandazione è anche quella di affidarsi a professionisti del settore bancario e finanziario che sappiano consigliare al meglio quando e se vendere: si pagherà una commissione ma ci sarà un’assistenza migliore e più affidabilità nell’investimento e maggior tutela.

Un ultima postilla: quanto scriviamo sono stime e previsioni, l’andamento della Borsa non è “scientifico” e anche le previsioni più ottimistiche possono ribaltarsi per svariate cause. Quindi: cautela.

© copyright (25/03/2019)

Related Posts

Ben tornato!