Crisi di governo: Opzione donna, ultime novità

La crisi di governo in atto mette a rischio Opzione donna? Sarà valida anche nel 2020? Vediamo le ultime notizie e le ultime novità

Fra le misure che favoriscono il conseguimento della pensione anticipata, il governo gialloverde aveva deciso la proroga di opzione donna per tutto il 2019. Si tratta di un regime sperimentale, che avrebbe dovuto poi essere confermato nel 2020, stando alle intenzioni annunciate dallo stesso esecutivo.

Tuttavia, ora, con la fine di questa esperienza di governo, la cosa non appare più così sicura. Dato che sono molte le lavoratrici direttamente interessate dal provvedimento nel prossimo anno, cerchiamo di capire cosa potrà accadere adesso.

Opzione donna è a rischio?

Come detto, la proroga della misura nel 2020 ad ora non è affatto sicura. Infatti, il nuovo governo che si insedierà, dovrà verificare quante coperture economiche avrà a disposizione, prima di prendere una decisione al riguardo.

Si tratta di una misura che interessa molte lavoratrici, intente ad uscire anticipatamente dal lavoro in futuro e che ora temono di non poterla utilizzare. Per questo sui social e nei comitati la loro preoccupazione è in salita.

Ad esempio il Comitato Opzione Donna Social, che ha sempre spinto per ottenere il rinnovo fino al 2023, non ha mai ricevuto garanzie concrete. La sua presidente, Orietta Armiliato adesso si dice molto preoccupata, visto che la questione non è stata risolta.

Ora, un governo con Movimento 5 Stelle e PD potrebbe avere la priorità di non far aumentare l’IVA, sacrificando alcune misure (come questa) per riuscirci. Mentre un nuovo governo uscito eventualmente vincente dalle urne, potrebbe aver priorità ancor più diverse.

Per le ultime news: Pensioni, ultime notizie

Cosa cambia per chi ha già maturato i requisiti per opzione donna?

In questo caso non cambierà nulla, nel senso che le lavoratrici che hanno già maturato i requisiti per la pensione anticipata al 31 dicembre 2018, mantengono il diritto di accedervi.

Infatti, le donne che hanno raggiunto gli anni di contribuzione necessaria usciranno regolarmente dal lavoro a dicembre 2019. Questi 12 mesi di differenza sono dovuti alla finestra di attesa, ma il diritto è già maturato e nessuno può cancellarlo, neppure un nuovo governo.

I cambiamenti, semmai, possono riguardare coloro che matureranno i requisiti utili per aderire ad opzione donna nei prossimi anni. In altri termini, per chi accede in questo momento allo scivolo pensionistico non ci sono rischi derivanti dall’attività di un nuovo esecutivo.

Vedi anche: Pensione anticipata donne: tutte le ultime notizie 2019 – 2020

Opzione donna: ultime notizie e possibili scenari

Infine, una riflessione, sugli scenari futuri e sulle news riguardati le possibili decisioni del nuovo esecutivo. Fino ad ora abbiamo detto che un rinnovo di opzione donna passa per la presenza di risorse economiche sufficienti, nella prossima Legge di bilancio.

Tuttavia c’è anche un altro aspetto su cui ragionare. Stiamo parlando dei dati recentemente pubblicati dalla Fondazione studi consulenti per il lavoro, che testimoniano il crescente numero di lavoratori andati in pensione, con quota 100 e opzione donna. La loro sostituzione in diversi settori risulta molto difficile, tanto che solo il 37% dei giovani riesce a prendere il posto di chi è uscito.

Questo sta portando pian piano molti settori di pubblico interesse, come nel caso della sanità, a restare scoperti, creando disagio in diverse regioni. Anche in quest’ottica un nuovo governo potrebbe decidere di bloccare, almeno momentaneamente, una delle possibilità di accesso anticipato alla pensione. Così facendo si eviterebbe di lasciare troppe posizioni scoperte. Questo discorso vale per opzione donna e non per quota 100, che non sembra correre rischi di cancellazione visto che possiede coperture per 3 anni.

Vedi anche: A che età si va in pensione in Italia?

Ovviamente si tratta  solo di supposizioni, che dovranno essere verificate nei prossimi mesi. Molti di questi nodi dovranno essere sciolti all’interno della prossima manovra di bilancio, ma ancora oggi non si capisce quale governo sarà a scriverla.

Per questo, a coloro che sperano di poter accedere ad opzione donna il prossimo anno, non resta che attendere per avere maggiori certezze.

Vedi anche: Età pensionabile donne: quando si va in pensione? 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!