Grecia: banche riaperte (con tanti limiti)

Grecia banche riaperte ma restano i limiti sul prelievo (ora settimanali e non più giornalieri) e sui trasferimenti di denaro all’estero. E per i turisti pronti a partire per le vacanze nel paese ellenico ci sono news?

grecia banche

Grecia: le banche hanno potuto riaprire e si inizia a intravedere un accenno di ritorno alla normalità dopo settimane estremamente problematiche, con un susseguirsi di timori per un possibile default e conseguente uscita dall’Euro e un accordo raggiunto in extremis dalle tempistiche molto stringenti.

Da ieri banche riaperte

Per la chiusura degli istituti bancari si era parlato all’inizio di una settimana. Poi il periodo in cui le porte delle filiali non si sono aperte è durato più a lungo. Da ieri, lunedì 20 luglio, in tutta la Grecia le banche sono tornate a funzionare “regolarmente”. Scriviamo l’avverbio tra virgolette perché restano in piedi una serie di limitazioni che varranno per i correntisti ellenici.

In primis il limite massimo di prelievo: non sarà più giornaliero ma settimanale. Si potrà avere accesso ad un massimo 300 Euro la settimana, tutti insieme in un’unica soluzione o suddivisi in più prelievi (a patto di non superare il massimale). Raggiunta questa cifra non sarà più possibile effettuare  altri prelievi fino alla settimana prossima, in cui il limite salirà, ma di poco, a 420 Euro settimanali (che poi corrispondono agli attuali 60 Euro di massimale al giorno).

Niente bonifici verso l’estero

Resta ancora impossibile per i cittadini greci effettuare bonifici verso l’estero. La ragione è chiara: tentare di impedire un flusso di denaro che sposti i capitali dalla nazione e metta in crisi la già precaria liquidità delle banche del Paese.

Se nel 2010 i depositi bancari sfioravano i 250 miliardi di Euro ad aprile erano solamente 142 miliardi. Segno che tantissimi greci negli ultimi anni hanno già ritirato i soldi dalle banche e li hanno spostati da altre parti.

Una difficoltà pesante per la Grecia è quella relativa al pagamento dei fornitori: queste limitazioni e i controlli sui capitali mettono in crisi il normale circolo dei pagamenti con i fornitori che spesso chiedono il saldo in anticipo prima di fornire merci e servizi.

Per i turisti ci sono difficoltà?

Vi abbiamo già spiegato che per chi fa vacanze in Grecia non ci dovrebbero essere eccessive difficoltà: bancomat e carte di credito esteri non subiscono limitazioni così come il prelievo per gli stranieri è teoricamente illimitato, sempre di trovare contanti nei bancomat.

L’unico problema potrebbe restare quello degli esercenti che chiedono di essere pagati in contanti e che preferiscono evitare la moneta elettronica per avere a loro volta in mano più liquidità.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!