Perché il rosso è il colore della passione?

donnesulweb-Red
Rosso e bianco: il diavolo e l’acqua santa? Non sarà del tutto un caso se tra i colori sempre alla moda anche in questo 2013 – oltre al bianco sinonimo di luminosità e purezza – c’è il rosso, il colore che si associa alla passione, all’amore e alla seduzione, ma anche alla trasgressione, al sangue e all’aggressività.

Pensateci bene: tutto ciò che si associa al rosso è sinonimo di passione o trasgressione. Il rossetto rosso, che esalta le labbra a forma di cuore, i capelli rossi, i tacchi rossi. Ma anche il vino rosso, utile per riaccendere la passione, e ovviamente i vestiti, dal porpora al bordeaux, dal ciliegia al cremisi: il rosso è il re incontrastato dei colori quando si parla di moda e seduzione. Ma perché?

Vedi anche: Sesso, cosa piace alle donne

Tornando indietro di qualche secolo, ci si accorge che il rosso ha un significato particolare per ogni popolo della Terra. Per i cristiani è senza dubbio il colore della Passione, quella di Cristo, ma allo stesso tempo è anche il colore del peccato: non è un caso se il diavolo viene spesso rappresentato rosso. Probabilmente è proprio in questa sua apparente contraddizione e affascinante ambiguità il segreto del suo successo.

Per altri popoli il rosso indica l’irrazionale, la forza primordiale, la creatività. Comunque è sempre sinonimo di energia, sentimento, seduzione. E secondo uno studio condotto sui partecipanti alle Olimpiadi del 2004 gli atleti che hanno vinto più medaglie indossavano vestiti di colore rosso. Una semplice coincidenza? Forse no, dato che si ipotizza che il rosso, fra le altre cose, agisca su di noi come stimolante ed eccitante.

Vedi anche: Sesso e amore 10 aforismi famosi

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!