Un regalo per conquistare: come fare colpo sotto l’albero

RegaliLui-LeiLa neve, le luci e l’atmosfera natalizia aiutano di sicuro chi desidera conquistare il cuore del proprio amato. L’importante però è non rovinare tutto con un dono sbagliato e che non corrisponde ai desideri dell’altro, evitando di fare un regalo costoso ed impegnativo, soprattutto se ci si conosce da poco. Il rischio è quello di spaventare il potenziale partner. La soluzione ideale può essere quella di puntare su un dono legato ad un evento passato che riguarda entrambi o ad un’esperienza a cui partecipare insieme.
Per stupire una donna, poi, niente di più sbagliato è fare regali costosi. Può essere sufficiente regalarle quelle scarpe che desiderava da tempo o quel libro molto interessante di cui aveva sentito parlare.
Dimostrare di essere attenti alle piccolezze e ai desideri dell’altro è molto più importante di stupirlo con il valore economico del dono” spiega Eliana Monti, fondatrice del “Club per Single”.
Una marcia in più per stupire la persona che ci interessa, è accompagnare il regalo con un biglietto, personalizzando al massimo il contenuto. Preparare poi il pacchetto con le proprie mani, scegliendo la carta giusta e valorizzandolo con sticker e nastri, può essere un altro modo gradevole per dimostrare il proprio affetto, sono comunque particolari importanti che fanno parte integrante del dono, sia per l’effetto sorpresa sia per il fatto che rivelano profonda cura per i sentimenti del destinatario. Mai fare un regalo senza un gradevole “packaging”, denota trascuratezza.
Infine, di grande importanza è scegliere il momento giusto per consegnare il dono. Organizzando una cena o durante una passeggiata. Senza, naturalmente, anticipare nulla alla persona. Quel momento può diventare l’occasione perfetta per creare una nuova intimità che va oltre la semplice amicizia.
“Un regalo può essere un modo per scoprire affinità nascoste e per iniziare a condividere insieme esperienze ed emozioni. L’anima gemella si può riconoscere anche da un pensiero insolito” conclude Eliana Monti.
1 dicembre 2010

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!