Europeo Femminile: Italia-Islanda, previsioni e formazioni

Per l’Italia che questo pomeriggio affronta l’Islanda, (ore 18) è il momento della verità: serve una vittoria. Cernoia ancora assente

 Nazionale donne – I presupposti della partita contro l’Islanda, secondo match dell’Europeo di calcio femminile, sono chiari. I risultati delle prime due partite ufficiali d’altronde non danno molto spazio ad altre possibilità.

Euro Femminile Italia
Ultima riunione tecnica per l’Italia in campo oggi contro l’Islanda (Nazionale Femminile di calcio)

L’Italia deve assolutamente vincere, indipendentemente dal match che la Francia giocherà in serata contro il Belgio. Poi si faranno i conti. E in ogni caso le Azzurre dovranno battere poi anche le Red Flames.

Italia, senza Cernoia

Nel corso della sua ultima conferenza stampa prima del match il CT Milena Bertolini non ha in alcun modo rivelato quella che sarà la formazione. La certezza è che Valentina Cernoia, ancora positiva al Covid, sarà sicuramente assente. Da una parte, dopo la prestazione poco convinta contro la Francia il tecnico potrebbe anche essere tentato di cambiare molto. Dall’altro le parole di Bertolini lasciano intendere che punti molto sulla rabbia e sul desiderio di rivalsa delle giocatrici uscite malconce dalla partita d’esordio.

L’Islanda riconfermata: le formazioni

L’Islanda si è distinta per conclusioni a rete, ben 23 contro il Belgio, solo la Spagna ha fatto di meglio, per lo sviluppo del suo gioco – molto incisivo sulle fasce, e per la qualità del suo gioco aereo: otto colpi di testa offensivi.
Queste le probabili formazioni:
ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli, Gama, Linari, Boattin; Rosucci, Giugliano, Caruso; Giacinti, Girelli, Bonansea. CT Bertolini.
A disposizione: Schroffenegger, Durante, Di Guglielmo, Filangeri, Lenzini, Galli, Simonetti, Bergamaschi, Sabatino, Bonfantini, Piemonte.
ISLANDA (4-3-3): S. Sigurdardottir; Atladottir, Viggosdottir, Arnardottir, Gisladottir; G. Jonsdottir, Brynjardottir, Gunnarsdottir; Vilhjalmsdottir, Thorvaldsdottir, S. J. Jonsdottir. CT Halldorsson.

A disposizione: Ivarsdottir, Sveinbjornsdottir, E. Vidarsdottir, I. Sigurdardottir, Magnusdottir, Johannsdottir, Jensen, Albertsdottir, Gunnlaugsdottir, Gudn. Arnadottir, Gudmundsdottir, Jacobsen Andradottir.

Le parole del CT Bertolini e di Sara Gama

Bertolini parla senza mezze misure di riscatto: “Non vediamo l’ora di scendere in campo per dimostrare a tutti che non siamo la squadra vista con la Francia chiederò alle ragazze di ritrovare la compattezza che abbiamo smarrito nel primo tempo della gara disputata domenica e di giocare con rabbia e orgoglio. Domani schiererò dal primo minuto le giocatrici che stanno bene fisicamente e mentalmente, ma saranno fondamentali anche i cambi perché i ritmi in una competizione così importante sono altissimi e non possiamo quindi permetterci cali di tensione”.

Sara Gama ammette che la sconfitta contro la Francia ha lasciato il segno: “Sono state giornate difficili da gestire, ma questo gruppo ha affrontato e superato diversi momenti altrettanto complicati – queste le parole della capitana della Nazionale – dobbiamo fare tesoro degli errori commessi e ripartire di slancio. Questa partita va affrontata con grande umiltà e con la compattezza che ci ha sempre contraddistinto, una qualità imprescindibile quando si partecipa a competizioni del genere”.

 

Si gioca alle ore 18 all’Academy Center del Manchester City, arbitra la finlandese Lina Lehtovaara. Alle 21 in campo a Rotherham Francia e Belgio.

Questa la conferenza stampa di Milena Bertolini

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!