Europeo femminile 2022, Belgio e Islanda: previsioni, giocatrici e differenze

Europeo femminile, nello stesso girone dell’Italia, Belgio e Islanda scendono in campo domenica alle ore 18. Giocatrici e previsioni sulla sfida tra belghe e islandesi

Europeo femminile –  Islanda e Belgio, prossime avversarie dell’Italia, si affrontano in uno scontro quasi decisivo. Vediamo le previsioni, quali sono

Europeo Femminile Islanda
La 23enne Ivarsdottir, portiere della nazionale islandese (Knattspyrnusambandið)

Perdere significherebbe avere un piede fuori dall’Europeo di calcio femminile considerando che entrambe le squadre dovranno poi vedersela contro la Francia oltre che con le Azzurre. É la classica partita che non ci si può permettere di sbagliare. Uno scontro diretto tra due squadre vicinissime per valore e rendimento. Belgio e Islanda sono rispettivamente ottava e nona tra le teste di serie.

Belgio-Islanda, gara decisiva

Belgio e Islanda si affrontano solo per la quarta volta con le islandesi che hanno messo in archivio a loro vantaggio l’ultimo scontro diretto. Ma si trattava di una partita della Algarve Cup, con formazioni in gran parte sperimentali, la bellezza di sei anni fa. Il bilancio è di perfetta parità. Una vittoria a testa e un pareggio con due gol per parte.

Due squadre profondamente diverse. L’Islanda è una delle squadre fisicamente più imponenti del torneo e punta quasi tutto su muscolarità e fondo. Il Belgio ha giocatrici tecniche, veloci, brave nel fraseggio a terra. Due squadre che hanno relativamente poca esperienza nei grandi tornei internazionali. Per il Belgio è la seconda presenza in una fase finale dell’Europeo di calcio femminile, eliminata al primo turno in Olanda nel 2017. Per l’Islanda è la quarta, miglior risultato i quarti di finale nel 2013, eliminata dalla fase a girone nell’ultima edizione. Belgio primo classificato del suo girone di qualificazione con sette vittorie in otto partite. Islanda che, come l’Italia, si è qualificata tra le tre migliori seconde alle spalle della fortissima Svezia.

Le giocatrici chiave della sfida

Europeo Femminile Belgio
Un’immagine di squadra del Belgio durante una trasferta (Red Flames)

Janice Cayman, 33 anni, attaccante dell’Olympique Lione, è sicuramente l’elemento di maggiore esperienza, una delle poche superstiti al ricambio generazionale della squadra che vinse sei anni fa in Alrgarve. Ben 112 presenze in nazionale, la giocatrice storicamente più longeva delle Red Flames. Tine De Caigny, 25 anni, è invece l’attuale cannoniere del Belgio, 12 gol in sette presenze anche se otto gol sono stati marcati tutti contro la Lituania, cinque in casa e tre in trasferta. Tessa Wullaert, che ha giocato della Premier League inglese prima di tornare all’Anderlecht nel 2020, è data in forma strepitosa con 15 gol in otto presenze nelle qualificazioni al mondiale.

L’Islanda si appoggia sull’esperienza della 31enne Dagný Brynjarsdóttir, attaccante di riferimento e di Björk Gunnarsdóttir, 133 presenze in nazionale. Ma attenzione anche a talenti giovani e ormai conclamati come Karolina Lea Vihjalmsdottir e Sveindis Jane Jonsdottir (da non confondere con l’omonima Gunnhildur Yrsa Jonsdottir, navigatissima attaccante dell’Orlando Pride), ventenni tesserate in Bundesliga rispettivamente  con Eintracht e Wolfsburg che hanno dimostrato di sapere fare molto bene anche in Nazionale.

Si gioca domenica alle ore 18 all’Academy Stadium del Manchester City. Arbitra la svedese Tess Olofsson.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!