Funghi trifolati: la ricetta perfetta

I funghi trifolati misti sono un piatto vegetariano e vegano, facile e veloce da realizzare. Sono un contorno molto saporito e gustoso, tipico della tradizione culinaria italiana e, nello specifico, piemontese. Il verbo “trifolare” ha un significato ben definito: cuocere in padella con olio, aglio e prezzemolo. Per realizzare la ricetta ho utilizzato un misto di funghi scelti fra diverse qualità: piopparelli, champignon, prataioli e pleurotus, ma si possono aggiungere anche altri funghi come i porcini. Seguendo queste istruzioni, realizzerete un contorno perfetto ideale per accompagnare secondi piatti di qualsiasi tipo. Il tempo totale necessario è di circa 20 minuti. Ecco la ricetta dei funghi trifolati.

Ingredienti per 2 persone:

  • 400 gr. di funghi misti puliti
  • 3 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 peperoncino rosso piccante (facoltativo)
  • 1 cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato
  • sale rosso q.b.
  • pepe nero q.b. (facoltativo)

Preparazione Funghi trifolati:

Versate l’olio extravergine di oliva in una padella antiaderente. Unite gli spicchi di aglio pelati e schiacciati leggermente insieme al peperoncino rosso piccante (se gradito).

Funghi misti trifolati step 1 rictta

Fate dorare appena appena gli spicchi di aglio e poi unite i funghi misti puliti insieme a qualche fogliolina di prezzemolo lavato.

Funghi trifolati ricetta foto 2

Mescolate e fate cuocere i funghi per 5 minuti a fiamma allegra mescolando spesso.

Funghi trifolati ricetta foto

Terminata la cottura spolverizzate con sale rosso e pepe nero (facoltativo). Infine aggiungete il prezzemolo tritato.

Funghi trifolati ricetta foto 4

Mescolate bene, spegnete il fuoco e servite i tavola i funghi misti trifolati.

Funghi trifolati ricetta foto 4

Buon appetito!!!

Funghi trifolati misti, consigli per la ricetta perfetta:

  • La ricetta di per sè non presenta grandi difficoltà a patto che si rispettino alcune rigorose regole.
  • La prima è che i funghi siano di ottima qualità e assolutamente freschissimi.
  • La seconda è che si devono pulire a secco, cioè senza lavarli altrimenti assorbirebbero troppa acqua che poi renderebbe la ricetta acquosa.
  • L’ultima, ma non meno importante, è che la cottura sia di breve durata per lasciare i funghi croccanti e polposi.
  • Potete trovare i funghi misti già puliti, tagliati e pronti per la cottura in vaschette nei grossi supermercati: fate attenzione sia alla data di scadenza ma soprattutto a quella di confezionamento che ve ne indicherà la freschezza.
  • Per calcolare il quantitativo di funghi freschi occorrenti, calcolate che con 200 grammi di funghi freschi si otterranno circa 150 grammi do funghi trifolati ideali per una porzione.
  • Qui abbiamo visto un misto di funghi trifolati, ma potete utilizzare anche altri tipi come di funghi, quindi porcini trifolati, oppure chiodini, piopparelli, cardoncelli, galletti etc.
  • Una ricetta classica è quella dei champignon trifolati, dato che sono tra i funghi più economici sul mercato e sono particolarmente adatti da “trifolare”.
  • Potete usare i funghi misti trifolati come validissima base per creare innumerevoli ricette come torte salate, primi piatti, frittate, involtini etc.
  • I funghi trifolati si possono conservare per un giorno o due in frigo in un contenitore ermetico, anche se sarebbe meglio consumarli appena fatti!

Vedi anche:

 

0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!