Elezioni usa 2020 sondaggi. E’ Joe Biden l’uomo che può battere Trump

Elezioni  presidenziali americane 2020, Joe Biden per gli ultimi sondaggi è il principale rivale di Ronald Trump. Nel frattempo continua la procedura di impeachment nei confronti dell’attuale presidente Usa. Ultime news su Usa 2020.

E’ il democratico Joe Biden, secondo gli ultimi sondaggi e report SSRS per il canale CNN, il candidato alla casa Bianca che potrebbe battere Donald Trump. Front runner delle primarie democratiche, Joe Biden, ex vice-presidente dell’era Obama, oggi ha il supporto del 34% degli elettori democratici registrati e si posiziona così al livello di preferenza migliore dal lancio ufficiale della sua campagna il 25 aprile 2019.

Biden Obama

Il vantaggio è palese anche nei confronti del rivale Donald Trump, di ben dieci punti in base ai dati dei principali sondaggi USA.

Le proiezioni per Trump, infatti, non sono incoraggianti. Il presidente in carica sarebbe in svantaggio sul principale candidato democratico. Joe Biden, quindi, rimane l’uomo da battere e si conferma il nemico politico più temuto daDonald Trump e, soprattutto, quello che maggiormente sta ostacolando la rielezione del presidente in carica nel 2020.

Elizabeth Warren del Massachusetts e Bernie Sanders del Vermont seguono rispettivamente con il 19% e il 16% delle preferenze tra i democratici. Dietro di loro, secondo gli ultimi sondaggi del Novembre 2019, il sindaco di South Bend Pete Buttigieg e il senatore della California Kamala Harris hanno ciascuno un sostegno pari al 6%, con il senatore Amy Klobuchar del Minnesota e l’ex deputato del Texas Beto O’Rourke al 3% ciascuno.

L’ex vicepresidente ha visto aumentare il sostegno dei democratici moderati e conservatori, arrivato al 43%, in netta crescita rispetto al 29% di settembre. Inoltre, ha conquistato numeri importanti di elettori democratici tra le minoranze razziali ed etniche e tra i più anziani.

Secondo il sondaggio pubblicato dalla CNN, Joe Biden risulta più affidabile degli altri candidati democratici per tutte le più importanti sfide politiche. Ha un enorme vantaggio rispetto alla politica estera (il 56% degli elettori democratici afferma che la gestirà meglio, ben prima di Sanders al 13% e di Warren all’11%), e supera gli altri candidati di quasi 20 punti sull’economia.

Joe biden elezioni Usa 2020

Inoltre, Joe Biden è considerato il candidato più fidato per gli elettori in materia di immigrazione e politica delle armi. Il vantaggio c’è, ma è meno significativo, anche sulla questione dell’assistenza sanitaria (31% Biden, 28% Sanders, 17% Warren).

Per quanto riguarda i sondaggi sulle elezioni presidenziali USA 2020, Joe Biden risulta al primo posto rispetto a Donald Trump nelle principali indagini sul voto. Il vantaggio del candidato democratico sarebbe di circa 10 punti.

Gli altri candidati, da Sanders a Elizabeth Warren a Kamala Harris

Bernie Sanders, il senatore del Vermont che ha infiammato gli animi dei giovani e non americani a colpi di uguaglianza, socialismo, sanità pubblica, cancellazione del debito pubblico.

Che piaccia o no, Bernie Sanders ha cambiato il linguaggio dei democratici, che dopo il suo programma, sono stati costretti ad affrontare inevitabilmente tematiche come il cambiamento climatico, il diritto universale all’assistenza sanitaria, la cancellazione del debito universitario.

Partito in quarta con un 19,6 per centro nel dicembre 2018, il senatore Sanders oggi si ferma ad un 15.7 per cento. A scoraggiare gli americani é l’età del Senatore (78), e le condizioni di salute dopo il suo recente intervento al cuore.

Sembra scemare il fenomeno Warren

Ex repubblicana poi convertitasi sulla via democratica, condivide con Bernie Sanders alcune politiche sociali e fu scelta dall’allora presidente Barack Obama a capo di un’agenzia governativa affinchè si occupasse dei clienti vittime di banche ed istituti finanziari.

Minuta ma agguerrita, si porta dietro il carisma anti-capitalista del movimento Occupay Wall Street di cui è stata sostenitrice. Quando un anno fa ha annunciato la sua partecipazione alle primarie democratiche, partiva con il 6 per cento dei consensi  nell’area democratica che oggi é arrivato al 22,1 per cento. Una crescita che le ha regalato, la scorsa primavera-estate,  anche alcuni momenti da front runner nello stato dell’Iowa dove oggi in testa é il giovane Buttigieg.

Trumph Impeachment, al via la fase pubblica

La fase pubblica della procedura di impeachment nei confronti del presidente Usa si è aperta  la scorsa settimana con due testimonianze chiave e un duello serrato tra repubblicani e democratici sulla “talpa” che ha avviato tutto.

Durante la prima giornata di audizioni alla Camera dei rappresentanti, trasmessa anche in diretta tv, sono stati ascoltati alcuni testimoni chiave come William Taylor, ambasciatore Usa a Kiev, e George Kent, sottosegretario al dipartimento di stato con delega all’Europa. L’oggetto dell’ accusa mossa a Trump è quella di abuso di potere per aver fatto pressioni sull’Ucraina affinché indagasse sui suoi rivali politici in vista delle prossime elezioni Usa 2020.

Il tycoon, secondo la sua testimonianza, avrebbe chiesto informazioni sulle intenzioni degli ucraini rispetto alla sua richiesta di indagare sull’ex vicepresidente Joe Biden. “A Donald Trump interessavano più le indagini sui Biden che le difficoltà dell’Ucraina, alle prese con l’invasione dei russi nel Donbass”  ha detto Taylor.

Dopo l’attuale fase pubblica della procedura, che arriva dopo settimane di audizioni a porte chiuse , si passerà alla decisione di mettere o meno Trump in stato di accusa e quindi arrivare alla fase successiva, ovvero l’audizione in Senato. In caso di voto positivo della camera, a maggioranza semplice, la decisione sarà più complessa nell’altra parte del Congresso. Qui il voto finale dovrà incontrare una maggioranza dei due terzi, ma se positivo l’impeachment sarà definitivo, senza possibilità di appello e il presidente dovrà lasciare l’incarico.

Queste le ultimissime news  e sondaggi sulle elezioni Usa 2020 in diretta dagli Stati Uniti

Vedi anche: Elezioni Usa le candidate che sfidano Trumph


Liliana Rosano vive e lavora negli Usa. Per Donne sul Web scrive di politica americana con interviste mirate a personalità della politica e economia. @lilianarosano

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!