Covid Austria, arriva il lockdown per i non vaccinati

In Austria si può andare se si è vaccinati o guariti dal Covid, i tamponi non bastano più. Ecco quali sono le nuove regole per i cittadini austriaci e per chi andrà in vacanza in Austria.

Europa Vienna

L’Austria è il primo paese che impone delle regole più rigide nei confronti di coloro che non hanno fatto il vaccino anti – covid. Da lunedì 8 novembre infatti solo gli immunizzati contro il coronavirus e i guariti possono accedere nelle località turistiche, e non solo. Ecco quali sono le nuove regole imposte dal governo

Austria lockdown per i non vaccinati.

Ristoranti, hotel, bar, pasticcerie, attività sportive, eventi culturali e movida, dal prossimo 8 novembre, sono riservati esclusivamente ai soli cittadini che hanno effettuato il vaccino anti-Covid o sono guariti dal virus entro sei mesi. Quindi, il tampone molecolare e antigenico non è più sufficiente per potersi recare in qualsiasi luogo d’intrattenimento sia per i cittadini che per i vacanzieri

Questo ovviamente mette al riparo il settore turistico del paese, e nello specifico le strutture alberghiere e gli impianti sciistici

Con questa decisione, in sostanza, chi va in vacanza in Austria può stare tranquillo le strutture alberghiere accoglieranno i turisti nel rispetto delle più rigide misure di sicurezza.

L’Austria crea così un precedente che farà discutere, ma al contempo mette la filiera legata al turismo invernale in sicurezza, cosa che invece non succede in Italia dove basta il tampone per avere il green pass anche per andare allo stadio .

Quando saliamo in macchina ci mettiamo la cintura di sicurezza, il vaccino anti-Covid è la nostra cintura”. Così  il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg  ha annunciato che l’Austria, dall’8 novembre 2021 impone il locdown ai non vaccinati contro il covid.

In sintesi, se avete pensato di trascorrere le vacanze invernali in Austria o andare a visitare la città di Vienna, sappiate che dovete essere vaccinati.

Related Posts

Ben tornato!