Sfilata Gucci autunno inverno 2015-16. Foto

 

Alessandro  Michele è il nuovo direttore di Gucci dopo la rottura tra l’azienda e Frida Giannini, e ieri durante la prima giornata delle sfilate milanesi ha presentato la sua collezione donna per l’autunno inverno 2015-16. Già a gennaio quando fu  presentata la linea maschile era evidente il cambio di rotta dello storico brand italiano da sempre sinonimo di qualità ed eleganza. Con questa collezione definita dal designer “moda contemporanea”  la rottura con il passato della maison è più che evidente.

Nella collezione dove hanno sfilato anche alcuni capi della precedente linea maschile notiamo che non c’è differenza tra uomo e donna , della serie le ragazze sembrano maschi e i maschi sembrano donne.  Ma il pensiero di Alessandro Michele è questo ” So che l’archivio Gucci  è  più grande del mio appartamento! Ma questa è la mia lingua, e non posso fare altro” Una dichiarazione quella di Michele che  fa fa pensare ad una rottura epocale con il passato. Quello che ci chiediamo è chi comprerà questi vestiti? Chi mandeà in giro sua figlia con una sottoveste trasparente in discoteca? E   dove sono i giovani hanno  i soldi per permettersi  i  vestiti di Gucci.

Ma forse l’azienda per aver accettato un tale stravolgimento ha le idee ben chiare, lo speriamo per loro anche se di Gucci  in Italia è rimasto solo il brand.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!