I benefici dell’allattamento al seno

Il latte materno oltre ad essere un alimento ottimale da un punto di vista nutrizionale è importante anche per le sue proprietà anti-infettive e anti-allergiche


allattamento al senoIl latte materno è  l’alimento ottimale per un’adeguata alimentazione del bambino.  Oltre ad essere un alimento, il latte materno è anche un vero e proprio sistema biologico, che si adatta perfettamente alla velocità di crescita del lattante, alla variabilità dei suoi bisogni nutritivi e alle sue capacità metaboliche.

Infatti, il latte materno modifica la sua costituzione con il passare del tempo, in perfetta sintonia con le esigenze del bambino che cresce.

Il primo latte prodotto è il colostro, particolarmente ricco di proteine e sali minerali, questo per sopperire al calo fisiologico del bambino e al dispendio energetico che il bambino ha avuto con il trauma del parto. Il colostro oltre a compensare la perdita dei sali minerali avvenuta durante il parto, è ricco inoltre di anticorpi, come le immunoglobuline, lattoferrina, globuli bianchi e lisozima. La presenza di globuli bianchi, anticorpi antivirali e anticorpi specifici, fanno si che il neonato sia protetto dai patogeni presenti nell’ambiente esterno; inoltre il contenuto di lattoferrina, lisozima e cellule immunocompetenti, favorisce lo sviluppo di batteri intestinali benefici, che aiutano il piccolo a prevenire le fastidiose coliche.
Inoltre un altro aspetto importantissimo da non sottovalutare è legato alle proprietà antiallergiche, grazie alla presenza di immunoglobuline (IgA). Sono infatti molto rari i casi di allergia al latte materno. L’allattamento al seno inoltre sembra proteggere il bambino da allergie alimentari in età adulta, poiché ritarda i contatti con i primi alimenti, dando così il tempo al sistema immunitario di svilupparsi.
Al latte materno inoltre è ascritto il ruolo preventivo nella comparsa della obesità  precoce in quanto, la concentrazione dei grassi si concentra verso la fine della poppata, inducendo nel bambino una sensazione di sazietà, particolarità questa che non avviene con il latte artificiale. Anche se sono aspetti che non incidono sulla salute del bambino dobbiamo valutare che il latte materno, oltre a non incidere dal punto di vista economico, ha anche il potere di migliorare il rapporto madre-figlio, infatti, l’allattamento al seno, è anche un momento di contatto fisico, di calore, che facilita l’instaurarsi del legame tra madre e figlio, un dialogo che è fatto di tanti messaggi corporei, individuali, e quindi ricchi di significato relazionale.   

 

Related Posts

Ben tornato!