BTP, torna l’interesse degli investitori. Ma quanto rendono?

I Buoni del Tesoro tornano sulle scrivanie degli investitori privati ed istituzionali. Ma cosa sono e quanto rendono ? Ecco le caratteristiche dei nuovi BTP  Italia 2014

Btp italia rendimento

Oggi parliamo di BTP, ossia del Buono del Tesoro Poliennale, un certificato di debito emesso dallo Stato Italiano, che generalmente ha una scadenza superiore all’anno solare.

In questi giorni di questa particolare forma di investimento si è tornati a parlare, sono una sorta di cartina di tornasole sulla fiducia degli investitori nei confronti dell’Italia.

Stando ai numeri dell’ultima emissione i BTP Italia sono stati un grosso successo: è stata, infatti, chiusa anticipatamente la collocazione agli investitori. I numeri sono considerevoli: si parla di 600 milioni di euro raccolti solo nel secondo giorno. Se questi vengono sommati ai 9,46 miliardi di ordini di lunedì. Un totale pari a 20.564,569 milioni di euro.

Ma perché tutto questo interesse per questo tipo di investimento. Forse quello che ha attratto maggiormente gli investitori è il tasso minimo garantito dal Mef, che sarà pari all’1,65%. A questo si andrà ad aggiungere il premio di fedeltà, che è stato fissato al 4 per mille della cifra acquistata.

Ovviamente queste “particolari condizioni” saranno garantite unicamente a quanti hanno acquistato i Btp Italia in questi giorni e li terranno fino alla loro naturale scadenza, ossia tra sei anni.

Per il nuovo titolo, che ha godimento 23 aprile 2014 e scadenza 23 aprile 2020, è fissato il tasso cedolare (reale) annuo definitivo, pari a 1,65%, pagato in due cedole semestrali. Il regolamento dell’operazione è fissato lo stesso giorno del godimento del titolo.

L’importo emesso è di 20.564,569 milioni di euro e coincide con il controvalore complessivo dei contratti di acquisto validamente conclusi alla pari sul MOT (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso i seguenti istituti:  Banca IMI S.p.A. e UniCredit S.p.A. durante il periodo di collocamento, che è iniziato il giorno 14 aprile 2014 . In particolare, nel corso della Prima Fase del periodo di collocamento (dedicata a investitori retail), dal 14 aprile 2014 al 16 aprile 2014, sono stati conclusi 170.217 contratti per un controvalore di 10.068,101 milioni di euro, mentre nella Seconda Fase del periodo di collocamento (dedicata a investitori istituzionali), che si è aperta  il numero di contratti conclusi è stato di  1.054 per un controvalore pari a 10.496,468 milioni di euro.

Le caratteristiche

I Nuovi BTP Italia aprile 2014 presentano le seguenti caratteristiche:  cedole semestrali indicizzate al Foi (ex tabacco) a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell’inflazione e la garanzia del premio fedeltà in caso di conservazione del titolo sino alla naturale scadenza.

Durata: 4 o 6 anni

Tasso reale annuo minimo garantito

Cedole semestrali calcolate sul capitale rivalutato

Recupero immediato dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi

Capitale nominale garantito a scadenza, anche in caso di deflazione

Premio Fedeltà per chi acquista all’emissione nella prima fase del collocamento e conserva il titolo fino a scadenza, riservato quindi ai risparmiatori individuali o soggetti affini

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!