Appuntamenti – Van Gogh: Il genio e la follia

Van_Gogh11

Continua fino al prossimo 6 febbraio al Vittoriano di Roma, la mostra dedicata al pittore impressionista olandese Van Gogh (1853-1890), con titolo “Vincent Van Gogh: Campagna senza tempo e città moderna”. Il prezzo del biglietto è di 10 euro per quelli interi e di 7.50 euro per quelli ridotti. La mostra è aperta dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30 mentre il venerdì ed il sabato dalle 9.30 alle 23.30 e la domenica dalle 9.30 alle 20.30.
Sono esposti oltre settanta capolavori tra dipinti, acquarelli e opere su carta del maestro olandese e circa quaranta opere dei grandi artisti che gli furono di ispirazione – tra i quali Millet, Pissarro, Cézanne, Gauguin e Seurat. L’esposizione vanta la collaborazione ed il supporto delle più grandi istituzioni museali del mondo, insieme ad importantissime collezioni private. Tra esse spiccano: Van Gogh Museum, Kröller-Müller Museum, Rijksmuseum, The Art Institute of Chicago, The Solomon R. Guggenheim Museum, The Museum of Modern Art, Hammer Museum, The Detroit Institute of Arts, National Gallery of Canada, Tate, Musée du Louvre. La mostra è curata da Cornelia Homburg, una delle maggiori esperte del pittore olandese, e supportata da un Comitato Scientifico internazionale di grande prestigio.

Il genio e la follia, la creatività e malattia mentale insieme. È convinzione comune che gli artisti di talento debbano essere necessariamente personaggi un po’ strani, quasi come se un pizzico di follia fosse condizione necessaria all’esistenza del genio. Artista incompreso, Van Gogh decide di farla finita con la vita proprio nel tanto amato campo di girasoli, spesso presente nelle sue opere, sparandosi un colpo di rivoltella. Ferito, tornò in paese, chiudendosi in camera sua; presto fu raggiunto da Gachet e dal fratello Theo, ma il pittore aveva ormai perso ogni volontà di vivere e morì due giorni dopo, conversando con il fratello, la notte del 29 luglio 1890.

17 gennaio 2011

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!