Come apparecchiare una tavola rustica

Vediamo come apparecchiare una tavola rustica su un tavolo di legno

tavola rustica

In primo luogo dobbiamo valutare se il tavolo che dobbiamo apparecchiare può, almeno in parte, rimanere a vista. Solitamente si, ma se proprio pensate che non sia il caso, prima di stendervi sopra la tovaglia, munitevi di un mollettone per proteggere la superficie del tavolo e renderla anche più confortevole per gli ospiti.

La tovaglia
Come tovaglia consigliamo quella in pizzo, la classica tovaglia della nonna, magari di un color nocciola chiaro in modo che stacchi un po’ con il mollettone bianco.
Se non avete la tovaglia in pizzo mettete quella a tinta unita che avete disponibile, possibilmente chiara.
Se il tavolo è di forma quadrata o rotonda, fate attenzione che la tovaglia non abbia pieghe, eventualmente date un colpo di ferro da stiro una volta che la tovaglia è sul tavolo.

Se la tavola è rotonda fate attenzione che i quattro vertici della tovaglia siano equidistanti dal suolo e che coprano le gambe del tavolo.
Naturalmente, se avete a disposizione un bel tavolo in legno, potete risparmiarvi tutte queste attenzioni e utilizzare delle tovagliette all’americana, possibilmente di pizzo, oppure in tela di Juta (che fa molto rustico) o paglia.

Come decorare la tavola

Diamo per scontato che la preparazione serva per un pranzo o una cena informale, famigliare o con amici. Potete evitare, quindi, di rispettare certe regole nella  disposizione di piatti, bicchieri e posate. Ma non completamente.

come apparacchiare tavola rusticaCome prima cosa pensiamo a un minimo di decorazione. Posizionate al centro del tavolo (se il tavolo fosse rettangolare, dividetelo idealmente in due parti uguali e posizionatene uno al centro delle due metà) un centro tavola in pizzo su quale metterete un vaso in ceramica di colore argento invecchiato opaco non troppo alto, alla base del quale, arrotolerete un tessuto color tabacco traslucido, in modo dargli una forma vaporosa, come fosse un foulard attorno al collo, ma senza stringere troppo.
All’interno del vaso ponete alcuni rametti raccolti dove volete, qualche spiga di grano di un bel color oro e qualche ghirlanda. Fate in modo che non spuntino fuori dal vaso per più di 15/20cm. Munitevi poi di nastro in rafia color argento e rame, tagliatene alcuni metri, aggrovigliateli e metteteli tra i rami facendoli  scendere, casualmente, anche sulla stoffa alla base del vaso e sul tavolo.

Come disporre piatti e posate

Sopra alla vostra tovaglietta posizionate, a due cm dal bordo del tavolo ed esattamente di fronte al posto che sarà occupato, un sottopiatto in paglia (in alternativa in peltro) sul quale metterete un numero massimo di tre piatti. Di più non è consentito.

Possibilmente utilizzate dei piatti bianchi in ceramica con decorazioni ai bordi, l’ideale è utilizzare i piatti della nonna, se li avete. Evitate di posizionare piatti in corrispondenza delle gambe del tavolo.

Per il posizionamento delle posate ricordate che esistono due scuole di pensiero: quella inglese e quella francese. Usate sempre o l’una o l’altra, senza mescolarle.

Usate, se lo avete, un servizio di posate con i manici in legno, magari anche un po’ vissuti. In alternativa delle posate con i manici in peltro lavorato.

Posiamo alla sinistra del piatto le solite due forchette alla francese, con le punte rivolte verso il tavolo, il coltello alla destra con la parte tagliente verso il piatto e alla sua destra posizioniamo il cucchiaio, se occorre, con l’incavo verso il tavolo.

Nella parte alta del piatto, verso il centro del tavolo, posate la forchettina col manico rivolto verso le forchette e le punte verso il tavolo; al suo fianco, più in alto, il cucchiaino col manico rivolto verso destra e l’incavo verso il tavolo.

Come disporre i tovaglioli

Nel caso in cui abbiate usato la tovaglia, il tovagliolo deve essere in sintonia con la stessa. Nel caso in cui avete le tovagliette, in pizzo o altro, mettete dei tovaglioli color tabacco. In un caso o nell’altro arrotolateli attorno a uno dei rametti raccolti come se anch’essi fossero rami e posizionateli sui piatti.

Infine i bicchieri

Trattandosi di una cena informale, due sono sufficienti. Vanno posizionati nella parte alta del piatto sulla destra, sopra a coltello e cucchiaio per intenderci. Possiamo usare dei bicchieri anche a calice, magari con lo stelo e la base colorati e il calice trasparente, oppure dei bicchieri lavorati, zigrinati, colorati o con sfumature di colore.

La vostra tavola rustica è apparecchiata, pronta a accogliere gli ospiti e a invitarli a mangiare. Sulle pareti non stonerebbe avere un quadro con una scena campestre e magari, appesi, anche alcuni vecchi attrezzi da cucina.

Vedi anche: Tavola in terrazza o giardino le regole per apparecchiare con stile

Related Posts

Ben tornato!