Arte del ricevere – Apparecchiare la tavola

Tavola_Galateo Apparecchiare bene la tavola è da sempre considerato indice di raffinatezza e di buona educazione e soprattutto dimostra attenzione e cura verso gli ospiti; infatti, in occasione di una cena importante o di un pasto particolare, il modo con cui è apparecchiata la tavola è la prima cosa che salta agli occhi!
Anche nella vita quotidiana, una tavola ben apparecchiata predispone la famiglia a stare bene insieme in modo rilassato, per godersi al meglio questo momento unificante. Avere inoltre la tavola ben apparecchiata ogni giorno, fa si che non vi sentiate a disagio di fronte ad un ospite inatteso… Anche due fette di prosciutto e un po’ di insalata diventano un piccolo pasto gustoso se ben serviti!

L’attenzione per il dettaglio
Un raffinato cestino per il pane con un tovagliolo dal bordo ricamato, un set sale e pepe – olio e aceto di design, sono dettagli indispensabili, un segno di stile in grado di rendere piacevole anche il pasto più improvvisato.

La tovaglia
La tovaglia, di cotone o di lino deve essere sempre linda e fresca di bucato, per la tavola di tutti i giorni esistono anche dei praticissimi tessuti antimacchia, dalle gradevoli fantasie e dai colori luminosi. Attenzione, la fantasia della tovaglia dovrà essere sempre ben intonata a quella dell’apparecchiatura.

I piatti
Ogni commensale ha il suo “coperto”, formato dal piatto piano, sul quale se è prevista una minesra, si pone il piatto fondo, oppure un’ altro piatto piano se verrà servito un primo asciutto.

Disporre le posate
Il coltello si pone sempre alla destra del piatto con la lama rivolta verso l’interno, a destra del coltello di mette il cucchiaio se verrà servita una minestra, con la parte concava verso l’alto, a sinistra del piatto la forchetta con i rebbi rivolti all’insù. In genere il tovagliolo si pone a destra, ma non ci sono regole ben precise.
Le posate da frutta si pongono sopra il piatto trasversalmente, il coltello con il manico rivolto a destra e la forchetta con il manico rivolto a  sinistra. Il cucchiaio da dolce, se questo è previsto, va messo per ultimo con il manico a destra, risulterà la posata più esterna e a ragione, perché infatti si mangia prima il dolce e poi la frutta!

I bicchieri
I bicchieri dell’acqua e del vino vanno collocati in alto alla destra del piatto, in corrispondenza della punta del coltello. Il bicchiere da acqua sta all’inteno  rispetto a quello da vino.

Il pane
Il pane ha il suo contenitore: un cestino di vimini o di metallo, che sarà bene coprire sul fondo con un tovagliolo, se si preferisce si può porre anche un panino a fianco del piatto di ciascun commensale.

Acqua e vino
Acqua e vino staranno al centro della tavola o leggermente di lato, la bottiglia del vino sta appoggiata su di un sottobottiglia.

Oliera e formaggiera
Oliera e formaggiera sempre a portata di mano. Portapepe e portasale completano l’apparecchiatura e un sottopentola paracalore non deve mancare per i recipienti che vengono direttamente dal fuoco in tavola.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!