Migranti nuovo naufragio: centinaia di morti nel Mediterraneo

Non è ancora certo il numero delle vittime ma si parla di circa 900  morti, a causa di un nuovo naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia.

naufragio

Questa potrebbe essere la più grossa tragedia mai avvenuta nel Mediterraneo, dopo che un barcone sei è capovolto la scorsa notte nel canale di Sicilia. Quando è arrivata la notizia era mattina presto , ma la tragedia è avvenuta in nottata, non è chiaro nulla ancora quante sono le vittime che erano a bordo del peschereccio, l’unica cosa certa e che per ora sono state salvate solo 28 persone.

Da quanto sembra  il  barcone  aveva chiesto aiuto e si sarebbe rovesciato  quando il mercantile  inviato come soccorso era vicino, ma le cause o la dinamica lasciano il tempo che trovano, contano i fatti. Le operazioni di soccorso sono imponenti, Lampedusa è ridotta allo stremo,  fa fatica a reagire. Non si sa con certezza quante siano le vittime, si parla di circa 900 persone tra uomini donne bambini, gente alla ricerca di una vita migliore. E in tutto questo cosa non manca le solite accuse, le dichiarazioni dei politici che a parte il premier che in questo caso sta  cercando il suo lavoro, lasciano il tempo che trovano.

E’ vero l’Europa è insensibile non è riuscita a sostenere l’operazione “Mare Nostrum” anche se Renzi sostiene che questa tragedia sarrebbe successa comunque. In sintesi le uniche parole che hanno un senso sono uscite dalla bocca di Papa Francesco, tutto il resto se lo porta via il vento.

Come scrive l’analista della BBC ” Mentre i governi di tutta Europa parlano ed esprimono rabbia e stupore per questa tragedia il Mediterraneo si sta trasformando in un cimitero.” Questa è l’unica verità incontrovertibile. Ora non resta che aspettare e sperare, sperare che non ci siano veramente 900 persone che per cercare una vita decente hanno solo trovato il buio dei fondali del Mar Mediterraneo.

 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!