Sisma Emilia: danni per oltre due miliardi di euro

Due miliardi di euro, a tanto ammontano i danni per la ricostruzione in Emilia. Stop ai pagamenti fiscali fino al 30 settembre, rate dei mutui sospese fino al 31/12, aumento del prezzo della benzina fino a fine anno. Il premier Mario Monti ha dichiarato : “Nessuno lascerà solo nessuno”, mentre il Cdm ha deliberato una serie di provvedimenti urgenti per sostenere cittadini e le imprese emiliane colpite dal sisma. “Gli interventi saranno immediati, sono già in corso e sono certo che saranno efficaci”, ha detto il presidente del Consiglio . Il Cdm ha deciso alcuni interventi immediati a sostegno delle popolazioni e a copertura dei danni, ha detto Vittorio Grilli, viceministro dell’Economia, l’aumento delle accise durerà “fino al 31 dicembre 2012”. Grilli ha specificato che il Cdm ha deciso di “differire fino al 31 dicembre i termini processuali” e le “rate dei mutui bancari” e che i versamenti sospesi fino al 30 settembre riguardano “sostanzialmente tutti i contributi: Irpef, Ires, Iva, Irap, Addizionali Irpef regionali e comunali e Imu”.
Il bilancio delle vittime del terremoto del 29 maggio è salito a 17, dopo il ritrovamento del corpo senza vita del dipendente disperso sotto le macerie della Haemotronic, l’azienda di Medolla crollata, mentre si parla di circa 14,000 sfollati e di 300 feriti.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!