Sanremo: nella serata dedicata all’unità d’Italia, un grande Benigni alza lo share

Benigni_Sanremo_2011Oltre 15 milioni sono stati ieri sera i telespettatori collegati su Rai 1 per la performance di Roberto Benigni, numeri che hanno riportato l’audience ai livelli del festival del 2005, quando Bonolis era il conduttore.
La gara tra i concorrenti si è conclusa con il ripescaggio della Tatangelo e di Al Bano e la definitiva eliminazione di Anna Oxa e Patty Pravo. Ma la serata musicale è andata oltre la gara, coinvolgendo i 14 big in gara, nell’interpretazione di canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana, lo stesso Morandi ha interpretato il brano Rinascimento, scritto dall’amico Gianni Bella, da tempo malato.
Ma la serata è stata, soprattutto la serata di Roberto Benigni che entrato sul palco in groppa ad un cavallo bianco, e sventolando un tricolore ha dato una Lectio Magistralis al pubblico, ma soprattutto ai politici, ridestando il sentimento di appartenenza al paese. Un Paese, attraversato da scandali e malcostumi, ma comunque, un grande Paese, il migliore. L’abilità oratoria di Benigni ha incantato tutti, soprattutto quando verso per verso, ha commentato l’Inno di Mameli, non risparmiando frecciate, dirette ad Umberto Bossi e a Berlusconi, in ogni caso mai nominato durante tutta la performance.

di Redazione
18 febbraio 2011

 

Related Posts

Ben tornato!